Mal di testa: le cause principali

Mal di testa: le cause principali

Il mal di testa è un disturbo molto frequente che a chiunque è capitato almeno una volta nella vita. Le cause della cefalea possono essere davvero numerose, scopriamo quali sono le più frequenti.

Il mal di testa è un problema che assilla ogni giorno milioni di persone in tutto il mondo, si tratta infatti di uno dei dolori più diffusi nella popolazione. Il mal di testa, conosciuto più precisamente come cefalea, non è pericoloso e può essere causato da diversi fattori differenti. Nel caso in cui il mal di testa diventi troppo frequente o così inteso da impedire lo svolgere delle normali attività quotidiane, vi consigliamo di recarvi dal medico. Scopriamo quali sono le cause più frequenti di questo dolore fastidioso.

Cause del mal di testa

Il mal di testa può essere di diversi tipi a seconda della zona colpita dal dolore. Quando si parla di cefalea di tipo tensivo, si intende la forma più frequente di mal di testa che si manifesta con un dolore persistente da entrambi i lati del cranio. Il dolore è di solito lieve e moderato, per questo non compromette le attività quotidiane.

La causa principale è legata allo stress, all’assunzione di posizioni scorrette, il digiuno e anche la disidratazione. L’emicrania invece è meno frequente ed è caratterizzata da un dolore di tipo pulsante, di intensità moderata o grave che colpisce di solito un solo lato della tesata o la parte anteriore.

A volte può anche provocare nausea e vomito, inoltre è particolarmente sensibile alla luce e al rumore. L’emicrania può essere causata da diversi fattori, infatti come il mal di stomaco spesso detiva dall’assunzione eccesiva di farmaci, dall’aver bevuto troppo alcool oppure dall’aver mangiato alimenti a cui si è allergici.

La cefalea a grappolo è rara e consiste in un dolore lancinante e insopportabile localizzato nella zona attorno all’occhio di lato della testa, spesso è associata ad altri sintomi come lacrimazione, naso chiuso e arrossamento degli occhi.

Le cause che generano questo tipo di cefalea non sono ancora conosciute con certezza, ma si ritiene che derivino da problemi all’ipotalamo. La cefalea può anche essere causata dall’assunzione di farmaci e antidolorifici che, tra gli effetti collaterali, possono avere proprio il male alla testa. Il migliore modo per eliminare il problema è in questo caso la sospensione dell’assunzione dei medicinali.

Esiste anche la cefalea da ormoni, in questo caso la causa è spesso la variazione ormonale legata alle mestruazioni. Altri fattori scatenanti possono essere l’assunzione della pillola contraccettiva, la gravidanza e la menopausa.

Tra le cause del mal di testa c’è anche quella legata alla presenza di disordini dell’articolazione temporo-mandibolare che colpiscono i muscoli della masticazione. Anche il raffreddore e l’influenza causano la cefalea, inoltre i traumi cranici o la commozione cerebrale possono portare alla comparsa del dolore alla testa.

L’apnea notturna è un altro disturbo che provoca l’interruzione della respirazione durante il sonno. Nel caso in cui il male alla testa si protragga nel tempo o divenga molto intenso, è bene rivolgersi al proprio medico per essere certi che non ci siano cause più gravi.