Il riposino pomeridiano fa bene: i vantaggi di dormire dopo pranzo

Il riposino pomeridiano fa bene: i vantaggi di dormire dopo pranzo

Il riposino pomeridiano è un vero e proprio toccasana per la salute, infatti schiacciare un pisolino breve dopo aver pranzato dona virtù molto importanti al cervello e all’organismo.

Il riposino pomeridiano è una consuetudine molto amata da grandi e piccini. Concedersi una pennichella dopo pranzo è un ottimo modo per ricaricare le batterie e migliorare la salute. Soprattutto le persone over 65 dovrebbero prendere l’abitudine di stendersi un po’ a letto o sul divano dopo aver pranzato, il riposino è infatti un momento piacevole che dovrebbe durare tra i 20 minuti e i 60 minuti per regalare benefici e per permettere di ottenere nuove energie. Impariamo a comprendere l’importanza del sonnellino pomeridiano e scopriamo quali sono tutti i suoi benefici.

Perché il riposino pomeridiano è importante

Fare un riposino dopo pranzo è un’abitudine sana che non dovrebbe riguardare solo i bambini e gli anziani. Dormire circa 30 minuti ogni pomeriggio è molto utile per migliorare la propria salute perché permette di ricaricare le energie e di eliminare lo stress quotidiano almeno per un po’ di tempo.

Concedersi un riposo anche breve dopo aver mangiato è utile per poi affrontare un pomeriggio e una serata di grande proattività. Spesso viene ritenuto un atto di pigrizia, ma al contrario si tratta di una pratica in grado di rigenerare il corpo e anche la mente. Sono stati svolti numerosi studi che hanno mostrato come dormire una mezz’ora dopo aver pranzato sia utile a migliorare la prestazioni mentali anche per quanto concerne la memoria e la lucidità nello svolgere azioni.

Quanto detto è vero per tutte le età, ma certamente le persone di una certa età dovrebbero coricarsi dopo aver pranzato per consolidare un ottimale equilibrio psicofisico. Gli individui che combattono contro la pressione alta, poi, avranno anche un grande vantaggio dal punto di vista della salute oltre che della memoria e della soglia dell’attenzione. Dormire inoltre aiuta anche a eliminare lo stress accumulato durante la mattinata e di conseguenza previene l’insorgenza di pericolose problematiche cardiovascolari.

Come ottenere benefici dal sonnellino

Il primo consiglio che voglia darvi è quello di non far durare troppo il sonnellino, si tratta infatti di un riposino e non di un vero e proprio sonno. Per questo è bene non esagerare e riposarsi per al massimo un’ora per riuscire a staccare la spina senza rischiare di compromettere il sonno notturno.

Risulta anche essenziale che siate comodi, sarebbe perfetto utilizzare un cuscino adeguato al fine di prevenire possibili problemi alla cervicale. Cercate anche di coprirvi per non prendere freddo ed evitare quindi di raffreddarvi e ammalarvi. Il sonnellino pomeridiano in realtà può essere fatto anche in un momento diverso rispetto a dopo pranzo.

La cosa fondamentale è riuscire a dormire prima delle 16, altrimenti c’è il rischio di non riuscire a dormire bene durante la notte. Il rischio di dover combattere contro l’insonnia è alto quando si dorme troppo tardi e per troppo tempo durante il pomeriggio, per questo è bene seguire le regole appena descritte per sfruttare il vantaggio del sonnellino.