Autore: Liliana Terlizzi

Alimentazione

Il Ministero della Salute ritira un lotto di crema tartufella

Il Ministero della Salute ritira dal commercio un lotto della Crema Tartufella per via di un errore in etichetta: manca la segnalazione di un allergene.

Sul sito del Ministero della Salute, nella sezione Avvisi, in data 20 novembre è stato pubblicato un avviso di ritiro di un prodotto alimentare.

I dettagli

Si tratta di un lotto di crema “Tartufetta” prodotto dalla T&C Tentazioni. Il motivo è la possibile presenza di allergeni non segnalati in etichetta.

Più nello specifico è stata sbagliata l’etichettatura del prodotto, la quale omette la presenza dell’allergene pesce nel prodotto. È il lotto numero L. 25121 della Tartufetta T&C Tentazioni prodotto dalla stessa nello stabilimento di Acqualagna, un comune della provincia di Pesaro e Urbino. Il marchio di identificazione è IT 11/032.

Il prodotto in questione viene venduto in vasetti di vetro dal peso di 80 grammi, con data di scadenza (o termine minimo di conservazione) fissato al 5 marzo 2024. Il ritiro del prodotto è stato causato dallo scambio di etichetta tra due prodotti simili dello stesso marchio.

Sul sito del Ministero della Salute si legge “Il prodotto neu tartufata 80 con Lotto 25120 è stato etichettato in data 27/98720202 con codice 0626 relativo al prodotto tartufata 80 g (brand Tentazioni Lotto 25121). Parte di quest’ultimo lotto è stato etichettato con etichetta del prodotto Tartufetta 80g”. Viene inoltre specificata la possibile presenza dell’allergene pesce. Chiunque l’avesse già acquistato non dovrebbe consumarlo e riportarlo al punto vendita.

Poche ore prima sempre il Ministero attualmente guidato da Roberto Speranza aveva annunciato il ritiro di un altro prodotto alimentare, seppur per motivi diversi.

Il lotto 20185 di cornetti ai cinque cereali e frutti di bosco della Toulon Croissanteria, infatti, conteneva l’ossido di etilene all’interno dei semi di sesamo provenienti dall’India. Tale composto chimico non è autorizzato in Italia e pertanto le autorità competenti hanno deciso di ritirarlo dal commercio. Chiunque li abbia acquistati ha il diritto di restituirli e può contattare la Dipral Srl al numero telefonico 0761250845.