Autore: Elena Ametrano

Disabilità - Legge - Proposta di legge

28
Nov

Fondo Caregiver familiari: come funzionerà l’emendamento Bignami

Passa l’approvazione della Commissione di Bilancio del Senato la proposta del fondo per i Caregiver familiari. 60 milioni stanziati per tre annualità a partire dal 2018.

Con l’unanimità della Commissione di Bilancio del Senato è stato approvato uno degli emendamenti più spinosi della Manovra 2018: il fondo per i Caregiver familiari che stanzia 20 milioni di euro per ciascuna delle annualità dal 2018 al 2020.

Con l’emendamento proposto della senatrice Laura Bignami finalmente anche in Italia la figura del Caregiver acquisisce valore giuridico e sociale, nonché apporto economico commisurato alle sue prestazioni. Mercoledì 29 Novembre verrà analizzato il testo dell’emendamento per convertirlo in legge effettiva.

Nel testo stilato per l’emendamento di definisce la figura del Caregiver, ovvero la persona fisica e giuridica che presta cura e assistenza ad un coniuge o ad un familiare entro il limite massimo del terzo grado di parentela, disabile o affetto da una malattia cronica o degenerativa che lo costringe ad una condizione non autosufficienza.

Fino ad oggi il soggetto affetto da disabilità, infermità o da malattie allettanti, è tutelato giuridicamente ed economicamente dalla legge 18/1980 che ha stanziato l’indennità di accompagnamento.

Il fondo per i Caregiver familiari, andrà a sostenere tutte le iniziative atte a riconoscere il valore e l’attività di persone che prestano assistenza sanitaria per i propri cari non come attività lavorativa, impiegando energie e tempo non retribuite, che si sottraggono spesso al lavoro e alla sfera privata.
L’obiettivo è spingere le aziende a sostenere questa figura promuovendo una formula di lavoro più smart, più interattiva.

L’emendamento relativo al fondo per i Caregiver familiari rappresenta un grande momenti di civilizzazione ed emancipazione per una fetta cospicua di italiani che prestano assistenza in maniera silenziosa e riservata.
L’Italia si mette al passo del resto dei paesi europei dove questa figura era già ampiamente riconosciuta e tutelata.

Il fondo per i Caregiver familiari ammonta a 60 milioni di euro da spalmare in tre anni a partire dal 2018. La legge che deriverà dall’emendamento stabilirà come verranno distribuite queste somme.
Ciò che è sicuro è che ai vari Caregiver oltre ad un riconoscimento sociale verrà garantito un supporto psicologico atto ad alleggerire una funzione assistenziale difficile fisicamente ed emotivamente.