Autore: Cecilia Vecchi

Ricette

Cucina seriale: cucina un giorno e mangia per una settimana

Scopriamo la tecnica della cucina seriale, con un po’ di organizzazione è possibile concentrare tutto il lavoro del menù settimanale in una settimana. Per guadagnare tempo e soldi.

Impara la tecnica della cucina seriale e concentra in un solo pomeriggio tutto il lavoro del menù settimanale. E il resto del tempo mangerai bene senza sporcarti le mani.

Cucinare tutti i giorni è faticoso o dispendioso? Sono tue le frasi: “è che non ho tempo”, “è che passo molte ore fuori casa”, “è che tra il lavoro, la famiglia, gli amici e la palestra come posso riuscirci?”. Sono piccole scuse, reali o fittizie, per mangiare fuori anche quando non si ha veramente voglia. In tuo aiuto c’è la cucina seriale. Con una piccola organizzazione puoi dedicare solo poche ore di lavoro e per giorni interi puoi mangiare veloce, buono ed economico.

In realtà non c’è niente di nuovo, da sempre chi era l’incaricato di nutrire una famiglia il “cucinare per una settimana” era la norma. Ma oggi è ormai diventata una tendenza che è stata ribattezzata con il termine inglese “batch cooking” o cucina seriale.

Vantaggi della cucina seriale

Quali sono i benefici nel passare un pomeriggio intero in cucina?

  1. Abbiamo molto più tempo durante la settimana da dedicare a quello che vogliamo
  2. Ci sporchiamo meno
  3. Abbiamo meno spese
  4. Il frigo è pieno di cibo che ci piace
  5. Si riduce la tentazione di mangiare fuori o chiamare il domicilio perché non abbiamo niente di pronto.

Ti sei convinto? Ora ti spieghiamo praticamente cosa devi fare per mettere in atto la cucina seriale.

L’organizzazione

La prima cosa che devi fare perché la tua cucina seriale abbia successo è sederti a tavolino e munirti di foglio e penna. Conta che ogni settimana lavorativa ha 10 pasti e pianifica le combinazioni per ognuna. Calcola quali di questi saranno piatti unici, perfetti da portarsi fuori casa in tapperware e quanti invece, saranno primi e secondi piatti.

Quando fai la lista della spesa, controlla quello che hai in casa e nel frigorifero che deve essere usato. Poi passa al congelatore. Non comperare alimenti che già possiedi. E poi pensa che un ingrediente può essere preparato in diverse maniere. Ad esempio le carote cotte, puoi usarle come contorno oppure per una crema di verdura.

LEGGI ANCHE: Salsa di pomodoro express: veloce, sana e nutriente

I tuoi alleati nella cucina seriale

Non pensare che preparare tanto cibo in un solo pomeriggio sia tanto. Innanzitutto, molti piatti si possono congelare. Cucina in una sola volta polpette, stufati, ma senza patate e piatti al cucchiaio il triplo del solito. Poi riponili in contenitori da freezer, con un’etichetta con la data e congelali.

Prepara una lista di ciò che hai cucinato in un foglio o una lavagna, così da avere sempre presente e attualizzato quello di cui disponi e per pianificare meglio il tuo programma settimanale.

Forno a microonde, bimbi, minipimer o altri elettrodomestici sono dei grandi aiuti. Per le cotture al vapore, per tagliare i cibi, per fare impasti e tanto altro.

Premunisciti di molti contenitori di differenti materiali e misure per conservare i tuoi piatti. Le etichette per datare e fogli o una lavagna per appuntare tutto.

Ulteriori consigli

Programma il consumo di cibo che dura meno o è in scadenza e lascia quelli di maggior resistenza per gli ultimi giorni. Così come i tempi di preparazione: pensa a quello che devi preparare, ciò che ti serve per primo e come. Inizia così la produzione con un ordine ben prestabilito.
Un esempio: il soffritto, è una buona base per tanti piatti. Cucinalo quindi per primo e in abbondanza.

Calcola anche i vari tempi di cottura, partendo ovviamente dai più lunghi in modo che ti diano tempo e spazio per proseguire il tuo lavoro.

Quando accendi il forno cerca di occupare maggior spazio possibile riempiendo tutti i ripiani così da sfruttare al massimo il suo funzionamento e ridurre i consumi. Cucina più verdure che puoi: carciofi, cipolle, zucchine, carote, porri, patate ecc...per insalate, zuppe o piatti caldi.
Puoi anche cucinare pesce e carne avendo l’accortezza di interrompere la cottura qualche minuto prima in modo che finisca quando li riscalderai.

Ed infine rilassati e per tutta la settimana sarai pienamente ripagato dello sforzo di alcune ore. Basta solo un po’ di metodo e organizzazione.