Autore: Isabella Barbusca

Formula 1 - Ferrari

Binotto risponde a Vettel: «Deluso di non continuare con la Ferrari nel 2021»

Il team principal della Ferrari ha deciso di rispondere alle critiche di Vettel che però stanno sollevando altre polemiche

Mattia Binotto ha risposto a Sebastian Vettel dopo che il tedesco ha detto che la sua opinione non conta più alla Ferrari. Il capo del team della Scuderia del cavallino rampante ritiene che queste parole siano solo un riflesso della frustrazione del quattro volte campione che a fine stagione dirà addio.

Binotto cerca di buttare acqua sul fuoco delle polemiche che riguardano la Ferrari, anche se in modo non molto efficace. Con la sua risposta al tedesco, l’italo-svizzero finisce per allargare la ferita del suo pilota. Vettel sente che la squadra non lo sta ascoltando.

Binotto risponde a Vettel dopo le ultime polemiche

«Penso che la sua risposta sia in linea con la sua delusione per non essere in grado di continuare con la squadra il prossimo anno. Detto questo, stiamo lavorando. bene con lui», ha detto al canale Sky Sports Italia. Vettel ha dimostrato durante l’ultimo GP di Spagna che anche la comunicazione con il muretto dei box non è fluida. Il tedesco e Ricardo Adami, un ingegnere di pista, non si sono capiti quando hanno scelto la strategia. Per fortuna il pilota è riuscito a gestire bene le gomme chiudendo settimo con una sola sosta.

Binotto ritiene che questi dubbi tra Vettel e Adami siano un segno che la squadra ha una mente aperta e non si nasconde quando si tratta di parlare: «Per noi sono dialoghi che ci portano a prendere le decisioni giuste. Preferiamo parlare apertamente. Gli altri no, probabilmente perché non vogliono rivelare le loro intenzioni. Penso che sia la cosa giusta da fare nonostante le domande da entrambe le parti».

«Se guardiamo alle ultime gare, penso che le decisioni siano state corrette quindi le discussioni e le domande sono benvenute», ha detto Mattia Binotto per concludere. Dopo queste parole, anche Vettel ha minimizzato la questione. Il tedesco pensa che a volte sia difficile capire perfettamente le trasmissioni radio, ma l’importante è che la strategia sia stata finalmente quella giusta.

«Penso che l’importante sia che abbiamo deciso di correre dei rischi. Non c’era molto da perdere. È normale che ci sia comunicazione. Penso che sia difficile giudicare perché in televisione è difficile avere un quadro completo di tutto perché il regista non fa sentire tutte le comunicazioni radio», ha dichiarato Vettel al portale Autosport.com.