Shondaland: Charlie Weber e Bellamy Young al Roma Fiction Fest

Il Roma Fiction Fest ha dedicato la giornata di chiusura alla casa di produzione televisiva «Shondaland». Presenti all’evento Charlie Weber (Le regole del delitto perfetto) e Bellamy Young (Scandal).

Shondaland ha conquistato tutti, compreso il Roma Fiction Fest 2016.

L’evento, arrivato alla decima edizione ed interamente dedicato alle serie TV nazionali e non, ha chiuso infatti con la presenza di due degli attori più iconici dell’universo targato Shonda Rhimes: Charlie Weber e Bellamy Young.

I due, rispettivamente l’avvocato Frank Delfino in "Le regole del delitto perfetto" ( aka "How to get away with murder" ) e la First Lady Mellie Grant in "Scandal", sono arrivati a Roma in rappresentanza della sceneggiatrice di serie tv più amata (ed odiata) dal popolo di series-addict, Shonda Rhimes, per un panel interamente dedicato alla sua casa di produzione televisiva “Shondaland”.

Già sabato Weber aveva già dato modo ai suoi fan di scatenarsi, dando notizia del suo arrivo a Roma tramite il proprio profilo Twitter e postando su Instagram delle foto che lo ritraevano a San Pietro.

Giubbotto di pelle, jeans, capelli corti e senza barba, Charlie Weber è arrivato sul red carpet del cinema The Space Moderno al fianco di una elegantissima Bellamy Young. Dalle 14.00 la sala 3 del cinema è stata la cornice all’interno della quale un numeroso pubblico ha potuto rivolgere loro domande di ogni tipo, oltre a poterli guardarli senza uno schermo televisivo di mezzo (che non guasta).

Per chi voleva approfittarne per conoscere qualche spoiler nulla di fatto. Sia Bellamy che Charlie hanno infatti dichiarato di non sapere molto sul loro futuro, dal momento che la stessa Shonda Rhimes non è propensa a fornire “dettagli a lungo termine”.

Altre domande hanno riguardato la messa in onda di Scandal, forse ritardata -qualcuno ha chiesto- a causa delle elezioni americane. La Young ha prontamente risposto che il motivo di questa scelta, come quella di fare una stagione con meno episodi, è stata motivata dalla gravidanza ed il parto di Kerry Washington.

Per quanto riguarda l’amatissimo Frank Delfino, la domanda che ha più accalorato i fan è stata quella sulla quale tutti ci siamo interrogati almeno una volta: “Barba sì o barba no?”. Tra le risate del pubblico e dello stesso Charlie, l’attore ha risposto:

“La barba prima mi piaceva molto ora ma devo dire che ora mi vedo bene anche senza. È stata una mia idea quella di far avere barba e capelli un po’ lunghi al personaggio di Frank anche per il tipo di personalità che aveva, oscura, tenebrosa. Poi nel momento in cui i suoi segreti sono stati svelati mi è sembrato giusto svestirlo degli orpelli che aveva, rasarlo e togliergli la barba.”

Sul come sia lavorare con Shonda Rhimes, regina delle lacrime e famosa per far fuori i suoi stessi protagonisti, i due si sono trovati concordi nell’ affermare che lavorare con lei è un qualcosa di unico, per l’ambiente che crea e per il modo in cui gestisce il suo lavoro. A riguardo di ciò Bellamy ha dichiarato:

“La sua missione è quella di farci rispecchiare tutti nella tv che crea, non è importante a quale genere tu appartenga, lei ha sdoganato il modo convenzionale di fare TV, vuole esprimere tutto e farti ritrovare nei personaggi.”

Altra domanda per entrambi è stata quella sulla possibilità di vedere un crossover tra le due serie. A rispondere è intervenuta prontamente la Young, che, entusiasta all’idea di lavorare con il cast di "How to get away with murder", ha raccontato di come già una volta la questione “crossover” era stata sfiorata:

“Ad un certo punto in Grey’s Anatomy MC.Dreamy (il dottor Derek Sheperd interpretato da Patrick Dempsey) va a Washington e ci siamo chiesti se per caso...ma non è accaduto”.

"Scandal", in onda dal 2012, è una delle serie tv più seguite del momento. In onda dal 2012, ad oggi vanta ben due Emmy, una nomination al Golden Globe e due Young Artist Awards. La messa in onda riprenderà negli U.S.A. il prossimo 19 gennaio.

Non da meno è “Le regole del delitto perfetto”, più conosciuto nel mondo serial come “How to get away with murder” , in onda dal 2014 e con 3 stagioni all’ attivo, che vanta più di una dozzina di nominations in diversi premi. Motivo di vanto, Viola Davis, protagonista della serie che interpreta l’avvocato Annalise Keating, è la prima attrice afroamericana a conquistare un Emmy come “miglior attrice in una serie drammatica”.

Piccola nota curiosa da fandom: presenti in sala c’erano anche i doppiatori di "Le regole del delitto perfetto", tra i quali Flavio Aquilone, doppiatore di Jack Falahee (aka Connor Walsh) di Le regole del delitto perfetto e Draco Malfoy nella saga di “Harry Potter”.