Autore: Elena Ametrano

Eventi - Mostre

20
Dic

Mostra per gli 80 anni di Cinecittà: informazioni utili

Dal 20 Dicembre 2017 al 7 Maggio 2018 sarà in esposizione la mostra per gli 80 anni di Cinecittà nello Studio 1 di via Tuscolana.

Il 20 Dicembre nello Studio 1 di via Tuscolana, apre i battenti la mostra per gli 80 anni di Cinecittà.

Con oltre 150 foto dal bianco e nero ai colori, la mostra "Cinecittà - Fatti e personaggi tra il cinema e la cronaca" ripercorre attraverso la magia del grande schermo 80 anni di storia e costume di una Italia ricca di complessità ma allo stesso tempo di bellezze intramontabili.

La mostra per gli 80 anni di Cinecittà vive grazie agli archivi storici dell’Istituto Luce e dell’agenzia di stampa Ansa, due pilastri imprescindibili per ricomporre e ripercorrere scatto dopo scatto, la memoria di un paese come l’Italia che ha trovato nel cinema uno dei motori inesauribili della sua storicità.

In 80 anni di onorata carriera, Cinecittà ha raccontato attraverso la grandezza dell’arte cinematografica italiana ed internazionale i successi e le sconfitte di un Paese che ha saputo rialzarsi dalle macerie di una guerra mondiale per risplendere nel’opulenza di un boom economico ricco di buoni auspici e prosperità. Erano gli anni dei quiz in tv, delle vacanze di massa nei nascenti stabilimenti balneari e dei primi elettrodomestici.

Avanzando cronologicamente lungo il percorso fotografico si arriva all’Italia più buia, quella messa in ginocchio dal terrorismo degli anni di Piombo, dalle stragi di mafia degli anni 90. Pagine nere di una Italia che attraverso l’impegno civile e politico e di un cinema acutamente realista si raccontava.

Oggi per Cinecittà, sempre figlia del suo tempo, i grandi set che videro Anna Magnani, Fellini, Gassman e Vittorio De Sica, sono un ricordo indelebile ma sicuramente lontano, che ha lasciato il posto a produzioni come il Grande Fratello e ai vari contenitori televisivi di Maria De Filippi.

80 anni di divismo

Cinecittà è la prova evidente di quanto le immagini e il cinema con i suoi protagonisti riescano a raccontare il passato, a volte meglio di quanto non avvenga sui libri di scuola, sfruttando al meglio il suo punto di forza: l’emotività che trapela in ogni scatto, in ogni inquadratura, conservando la sua forza di generazione in generazione.

Era il 1936 quando il Duce Benito Mussolini appose la prima pietra di Cinecittà che negli anni Trenta, portò un pezzetto di Hollywood con i suoi Kolossal, negli studi romani. Questi anni dorati e patinati vennero rasi al suo dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Proseguendo tra le immagini scelte per la mostra per gli 80 anni di Cinecittà ci si imbatte, nelle dive neorealiste Loren, Magnani, Mangano e Lollobigrida, simboli della forza e del carattere di un Paese che uscì dalla guerra più forte di prima e con tanto da raccontare.

L’Italia più leggera degli anni del boom economico, sui set allestiti a Cinecittà veniva inscenata nella Dolce Vita di Fellini e nelle Vacanze Romane di Audrey Hepburn. Quelli furono gli anni d’oro degli studios romani, gli anni della "Hollywood sul Tevere", gli anni di un divismo fatto di opulenza, mistero e un talento iconico così lontano dalle dinamiche odierne dei social.

L’impegno civile e le stragi degli anni 70, trovarono voce ed immagine nel cinema impegnato di Amelio, Bellocchio o nella irriverente goffaggine del ragionier Fantozzi, o nella comicità sognante di Alberto Sordi, che cercavano di alleggerire un fardello impossibile da scordare.
Gli anni 80 si possono sintetizzare in un paio di fotografie che racchiudono l’eclettismo di un decennio distensivo a cavallo tra il terrorismo degli anni 70 e gli omicidi di mafia del decennio successivo: la televisione commerciale di Silvio Berlusconi, il terremoto dell’Irpinia e la nazionale di calcio italiana Campione del Mondo.

Gli anni 90 fuori dagli studios furono Tangentopoli, Capaci e via D’Amelio, nel recinto incantato di Cinecittà vennero rappresentati da tre grandi Premi Oscar: Salvatores, Tornatore e Benigni.

La mostra per gli 80 anni di Cinecittà termina con l’immagine della porta degli studios restaurata, a simboleggiare un mondo incantato e splendente che conserva impresso sulle pellicole dei capolavori a cui ha dato spazio, tempo e memoria ma che nel suo presente e nel suo futuro ha produzioni decisamente meno magiche e più effimere, in prima linea l’occhio sempre aperto del Grande Fratello.

La mostra: informazioni utili

La mostra per gli 80 anni di Cinecittà resterà in esposizione sino al 7 Maggio nello storico Teatro 1 sulla Tuscolana, seguendo i seguenti orari di apertura: dal Lunedì alla Domenica, con esclusione del Martedì dalle 9.30 alle 18.30.

Giorni di chiusura straordinari:

  • Domenica 24 e Lunedì 25 Dicembre 2017;
  • 1 Gennaio 2018.

Aperture straordinarie:

  • Martedì 26 Dicembre 2017;
  • Martedì 2 Gennaio 2018.

Costo Biglietto d’ingresso:

  • Biglietto intero: 10 euro
  • Biglietto ridotto: 9 euro