Una altro giro, Thomas Vinterberg commuove agli Oscar 2021: Il premio dedicato alla figlia deceduta

Un altro giro: il nuovo film di Thomas Vinterberg conquista e commuove gli Oscar. Il premio dedicato alla figlia, deceduta a causa di un incidente stradale.

Tra le grandi sorprese agli Oscar di quest’anno c’è stata la vittoria di Thomas Vinterberg con il film Un altro giro. Una conquista che fa sorridere e che commuove allo stesso tempo. Il regista è riuscito a portare avanti tematiche importanti con la giusta attenzione, distinguendosi da tutti gli altri concorrenti in gara. Tra i momenti più emozionanti del suo discorso di ringraziamento c’è il pensiero dedicato alla figlia deceduta in un incidente stradale.

Un altro giro: Vinterberg conquista gli Oscar e dedica il premio alla figlia deceduta.

Thomas Vinterberg lo abbiamo visto, un uomo forte con alle spalle una grande carriera cinematografica, ma grande tanto quanto la passione che ha caratterizzato la sua ultima opera «Un altro giro».

Il regista danese è stato premiato con L’Oscar per il miglior film internazionale, oltre ad essere stato candidato alla miglior regia. Fondatore del movimento culturale cinematografico Dogma 95 insieme a Lars Von Trier, Vinterberg porta il cinema d’autore agli Academy Awards, trionfando e dedicando il premio alla figlia purtroppo venuta a mancare a causa di un incidente inaspettato.

Il regista ha parlato della scomparsa prematura di Ida, una ragazza di appena 19 anni, rimasta uccisa in un incidente stradale. Vinteberg parla commosso raccontando di come, a pochissimi giorni dall’inizio del ciak, sia successa la cosa più terribile: un autista distratto ha causato la morte di Ida.

Vinterberg ha parlato della lettera del figlia, in cui la ragazza, dopo aver letto la sceneggiatura di «Un altro giro», parlava estasiata della magnifica opera del padre.

Il regista ha poi parlato rivolgendosi alla figlia, che avrebbe dovuto interpretare una parte nella pellicola premiata agli Oscar: «Quello che è appena successo è un miracolo. Ida, tu sei parte di questo miracolo. Questo è per te».

Prima dello svolgimento della 93esima edizione degli Oscar, Steven Soderbergh e i produttori della serata, avevano parlato di voler ricreare un’atmosfera intima per i candidati vincitori, in modo tale da lasciar spazio alle parole dare la possibilità di parlare di sé.

Tutti i protagonisti della serata hanno fatto proprio questo, hanno raccontato le loro emozioni, ed è stata una vera e propria novità agli Academy Awards di quest’anno.