Stella di Natale da regalare: storia e tradizioni

Stella di Natale da regalare: storia e tradizioni

Amate anche voi la Stella di Natale? Un dono bellissimo per le feste natalizie anche se in pochi conoscono la vera storia e le leggende legate a questa pianta.

La Stella di Natale è il simbolo indiscusso delle feste natalizie, che si regala come buon auspicio e per dare un senso di solidarietà al prossimo. Eppure in pochi conoscono la sua storia molto antica e interessante, ricca di tradizioni.

La vera storia della Stella di Natale

Una pianta bellissima con un rosso intenso che è diventato il simbolo delle feste natalizie. La Stella di Natale cresce nella zona dell’America centrale e raggiunge una altezza anche di 5 metri e più. Una pianta che, nonostante sia stata scelta come simbolo della stagione fredda, nasce in Messico e fiorisce nelle zone più calde in maniera selvaggia.

Nonostante questo è stata associata al Natale a partire dal XVI secolo anche se è solo agli inizi del XX secolo che la tradizione si sviluppa a livello globale.

Per gli Atzechi questa era la Cuetlaxochitl ovvero “fiore di pelle” utilizzata come decorazione all’interno dei templi. La stessa veniva adorata in quanto simbolo di una vita nuova in onore di tutti i guerrieri che cadevano in battaglia.

La pianta Cuetlaxochitl non aveva solo scopo decorativo bensì tantissime proprietà ad oggi ancora utilizzate:

  • Dalle brattee si poteva estrarre il pigmento rosso caldo da utilizzare per cosmetici e tessuti
  • Dalla linfa si poteva estrarre un composto che veniva utilizzato come prepararto antipiretico.

Leggende e origini

Secondo una antica leggenda questa era pianta era la prediletta di Montezuma – il governante degli Aztechi. Secondo gli scritti il colore rosso delle foglie era visto come il sangue della Dea Atzeca che muore di dolore per un amore che non è mai stato corrisposto: il suo sangue cade sulle foglie di questa pianta colorandole per sempre di rosso intenso.

Una leggenda che si è tramandata da generazioni in generazioni, tanto che arriva sino in Europa ispirando il suo nome anche in Stella Dell’Amore.

Tra tante leggende anche quella legata al Natale. Secondo gli scritti, Pepita era una povera ragazza senza soldi tanto da non poter fare un regalo a Gesù bambino. Per questo motivo ha deciso di utilizzare la sua fantasia componendo un mazzolino di fiori consapevole del fatto che anche un dono umile sarebbe stato accettato, se fatto con amore.

Leggi anche: Che cos’è il calendario dell’avvento

Era la messa di Natale quando questo bouquet semplice si trasforma e germoglia in fiori rossi con foglie verdi che illuminano tutta la Chiesa. Da quel momento in Messico prende il nome di Stella di Natale diventandone il fiore ufficiale.

La pianta arriva in Europa solo nel 1804 dopo che lo scienziato naturalista Alexander von Humboldt ha deciso di farla conoscere a tutti quanti per la sua bellezza.

Ma anche il 1950, anche se data recente, è importante sotto ogni punta di vista: infatti per la prima volta in Germania viene vista come pianta d’appartamento essendo in grado di sopravvivere agli ambienti interni e molto caldi: ecco perché oggi ha conquistato la maggior parte dei salotti europei con tantissime tipologie che vengono aggiunte ogni anno.