Autore: Luca Macaluso

Salute - Alimentazione - Benessere

8
Feb

Si può mangiare l’anguria in inverno? Ecco la verità!

La verità sulla possibilità di mangiare l’anguria d’inverno.

L’anguria è il frutto estivo per eccellenza, in quanto è molto dissetante e rinfrescante. Inoltre ha un sapore molto gradevole e piace a grandi e bambini. Proprio per questo motivo, molti vorrebbero mangiarla anche d’inverno e si chiedono se questo sia possibile visto che si tratta di un frutto tipico della stagione estiva. Nei prossimi paragrafi cercheremo di dare una risposta a questa eterna domanda.

L’anguria d’inverno è difficile da trovare, ma non impossibile

L’anguria in inverno è davvero difficile da trovare, ma non è impossibile. Nel nostro paese la si trova soltanto d’estate, tuttavia a volte è possibile acquistarla anche nella stagione fredda. Ovviamente, non si tratta di un prodotto nostrano, ma di angurie importate da paesi sudamericani come Argentina e Brasile, per cui la qualità del frutto non è detto che sia eccellente come quelli nostrani. Se non volete mangiare un prodotto dalla qualità probabilmente scadente, allora la scelta migliore è quella di ripiegare sul melone invernale.

TI POTREBBE INTERESSARE: Perchè dovresti bere latte due volte al giorno? Ecco tutti i benefici

Le diverse varietà del melone invernale

Come detto, la scelta migliore da fare è quella di virare sul melone invernale. Questo tipo di melone ha la caratteristica buccia giallo-verdognola e la polpa bianca. Si tratta di un melone definito inodorus, in quanto dall’esterno non emana nessun tipo di odore, ma quando viene aperto sprigiona un profumo quasi inebriante.

Il melone invernale è definito così non perché viene raccolto in questa stagione bensì perché è possibile consumarlo in inverno, in quanto lo si può acquistare in piena estate per poi lasciarlo maturare fino a gennaio. Esistono diverse varietà di melone invernale e tra le più conosciute ci sono: il Gigante di Napoli, il Morettino, il Cartucciaro ed il Porceddu.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare riso prima di dormire: cosa può accadere? Ecco la verità

Come trovarlo e le proprietà benefiche del melone invernale

Il melone invernale è prodotto soprattutto al sud Italia, in particolare in Puglia, ma è possibile trovarlo in tutta Italia. Per conservarli al meglio, invece, l’ideale dopo l’acquisto, sarebbe appenderlo sul balcone fino a quando non sarà maturato. Se ciò non è possibile, si può tranquillamente utilizzare una cassetta di legno nella quale mettere della paglia per poi poggiare il melone al di sopra.

Questo frutto non è apprezzato soltanto per il fatto di poter essere conservato a lungo prima di essere consumato, ma anche per le sue proprietà nutritive e benefiche. Il melone invernale, così come l’anguria è costituito principalmente da acqua e fibre. Tuttavia, sono presenti anche buone quantità di fosforo, calcio e ferro nonché di vitamine del gruppo B, la vitamina A e la vitamina C.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare cioccolato prima di dormire: fa bene o fa male?

Tutto ciò, lo rende un alimento antiossidante che ci aiuta a contrastare l’invecchiamento. Inoltre è benefico per la vista e per il sistema immunitario. Perfetto, poi, per chi combatte contro i chili di troppo visto che è poso calorico e per chi soffre di stipsi ricorrente, in quanto è anche diuretico.