Autore: Alessandro Leonardi

Cinema - Netflix - Streaming

Ma Rainey’s Black Bottom, la «passione» di Chadwick Boseman durante le riprese del suo ultimo film

Viola Davis ci racconta come lo scomparso Chadwick Boseman (Black Panther), fosse solito suonare il suo Djembe prima delle riprese del suo ultimo film.

Vi ricordate di Chadwick Boseman? Molti lo conosceranno per essere stato il protagonista di Black Panther, fortunato film premiato agli Oscar del 2019 per miglior scenografia, costumi e colonna sonora. La prematura scomparsa del giovane attore a causa del cancro ha sconvolto Hollywood, ma ancora di più i fan più appassionati.

L’ultimo film di Chadwick Boseman

Chadwick Boseman è morto lo scorso 28 agosto, ma il 18 dicembre uscirà su Netflix l’ultimo film a cui ebbe l’opportunità di partecipare come interprete e protagonista.

Con l’arrivo del film Ma Raney’s Black Bottom, l’attrice Viola Davis racconta come Chadwick era solito suonare i bonghi africani per combattere la sua malattia; suonare lo riteneva fondamentale per il suo percorso di guarigione, necessario per «parlare con Dio».

Viola Davis ci racconta: «suonare avvicina a Dio»

CinemaBlend riporta un’intervista con Viola Davis in cui racconta di come Boseman era solito suonare il Djembe, un tamburo africano. Il suo legame con la musica africana lo avvicinava ancora di più alla sua religione:

"Il Djembe Drum è un tamburo africano chiamato «tamburo parlante» perché qualunque cosa sia nell’anima di chi suona viene fuori grazie al suo suono. Chadwick lo faceva per la sua guarigione, mi disse: ’Era solo per me, Viola’. Lo portava sempre con sé, ha detto di averlo portato anche in Thailandia quando ha girato Da 5 Bloods - Come fratelli. Ogni volta che viaggiava se lo portava dietro. Si potrebbe dire che l’ha protetto e sul set lo suonava nella sua roulotte. C’era qualcosa di molto spirituale, so che era un uomo molto credente quindi per me quando suonava parlava con Dio. Suonava magnificamente. Questo è ciò che ricordo di lui."

Ma Rainey’s Black Bottom è un biopic che racconta la storia di Ma Rainey, la regina del Blues. Verremo catapultati nella Chicago del 1927: una società ancora razzista, dove i giovani cantanti blues, la maggior parte afroamericani, si scontrano continuamente con la realtà della paura. Un agente e produttore, un uomo bianco, non renderà la vita facile Ma Rainey.

Ma Rainey’s Black Bottom è diretto da George C. Wolfe. Scritto da Ruben Santiago-Hudson, il film è l’adattamento cinematografico dell’opera teatrale di August Wilson.