Lutto nel mondo del cinema, è morta Tanya Roberts: la Bond Girl degli anni ’80

Lutto nel mondo del cinema, è morta Tanya Roberts: la Bond Girl degli anni '80

È morta Tanya Roberts, la Bond Girl degli anni ’80

Tanya Roberts è morta per un malore improvviso, l’attrice statunitense è stata celebre sul grande schermo negli anni 80 per il suo ruolo di Bond Girl nei panni di Stacey Sutton in 007 - Bersaglio mobile (1985).

Morta Tanya Roberts

L’attrice ha lavorato anche per le serie tv, ha interpretato Julie Rogers in Charlie’s Angels ed ha vestito i panni di Sheena, la regina della giungla nell’omonimo film del 1984. Come riporta il sito americano TMZ, Tanya Roberts si è spenta all’età di 65 anni per motivi di salute non legati al Covid-19.

Lo scorso 24 dicembre avrebbe avuto un mancamento mentre stava passeggiando con i suoi cani. Era stata trasporta d’urgenza in ospedale ma da quel giorno non si sarebbe più ripresa. Il mondo del cinema è in lutto.

La carriera di Tanya Roberts

Non solo attrice ma anche modella, Tanya Roberts era nata nel 1955 a New York. È stata un punto di riferimento negli anni 80 nel cinema americano, il successo lo ha raggiunto per aver interpretato il ruolo di una delle ragazze di Bond a fianco di Roger Moore. Un anno prima ha vestito i panni di Sheena, la regina della giungla nel film fantasy che avrebbe ispirato la celebre serie televisiva degli anni 2000.

Ha lavorato anche per la serie tv Charlie’s Angels interpretando il ruolo di Julia Rogers che aiutava gli Angeli a risolvere i crimini. Negli anni 90 ha lavorato in diversi film thriller – erotici come Occhi nella notte, Patto a tre e Torbido desiderio e alla commedia Quasi incinta.

Negli anni 2000 l’attrice ha deciso di lasciare definitivamente il mondo dello spettacolo per stare accanto al marito Barry Roberts morto nel 2006 in seguito ad una lunga malattia. Barry si è spento dopo quattro anni di battaglia contro un’encefalite. Non hanno mai avuto figli ma l’attrice è stata zia di Zach Leary, figlio dello scrittore Timothy Leary nato da sua sorella Barbara Chase.