Firestarter: Keith Thomas racconta il suo remake del film cult anni ’80 «Fenomeni paranormali incontrollabili»

Firestarter: Keith Thomas racconta il suo remake del film cult anni '80 «Fenomeni paranormali incontrollabili»

Firestarter sarà il nuovo film di Keith Thoma, una trasposizione moderna del film cult anni’80 «Fenomeni paranormali incontrollabili».

Firestarter è il prossimo remake nelle mani di Keith Thomas, tratto dal romanzo originale di Stephen King, ha dichiarato che sarà diverso dalla prima trasposizione cinematografica. Il film cult anni ’80 avrà una sua versione moderna, rispettando la linea narrativa del libro, ma concentrandosi sui tratti più sensazionali e umani.

Firestarter di Keith Thomas sconvolgerà il pubblico? Ecco la trasposizione moderna del film cult anni’80

Durante un’intervista esclusiva con la testata giornalistica Comicbook, Keith Thomas ha raccontato del remake e di come il progetto sia davvero interessante. Lo scritp realizzato da Scott Teems ha mostrato delle carte interessanti, soprattutto per la trattazione del soggetto cinematografico, che meglio si appresta ad una concezione moderna di filmico e, prima su ogni cosa, una fedeltà contestualizzata al romanzo di King: «... Quello che noi abbiamo appreso dal libro è diverso, ed è su questo particolare che ci siamo concentrati. Per me è stato come addentrarmi verso i suoi aspetti più emotivi».

Continua dicendo: «Scivolare nell’essere genitori e ci come questo possa sembrare, poi nel modo in cui si cresce un figlio, specialmente un figlio con abilità come queste. Era in questa direzione che spingeva lo script e ho pensato fosse qualcosa di un po’ diverso dal film originale».

Keith Thomas ha voluto sottolineare quanto il film precedente sia stato fondamentale per la realizzazione del nuovo film. Il film diretto da Mark L. Lester coglieva le parti più suggestive dell’opera di Stephen King, ma non si spingeva oltre, non cogliendo a pieno le relazioni tra i personaggi e le loro potenzialità. Il film sarà completo: «Anche il libro è ricchissimo di suggestioni. C’è molto materiale che non è poi finito nel film originale.»

L’unicità emotiva: il personaggio di Charlie sarà completamente diverso

Sarà un film diverso? Thomas sottolinea l’unicità della sua opera: «C’è anche altro che noi abbiamo usato per il nostro film. Allo stesso tempo per me è stato come se ci fosse una qualità viscerale nella storia che non avevo visto nel film degli anni ’80, una crudezza che credo sia nel libro e che certamente ho percepito e quella mi interessava. E fortunatamente anche gli altri la percepivano allo stesso modo. Non solo avremo dei grandi effetti speciali ma vedremo anche tutta la roba che Charlie è in grado di fare, e ne percepirete l’emotività.»

Leggi anche: The Stand: rivelata la data di uscita e il trailer italiano della serie TV tratta dal romanzo di Stephen King