Autore: Alessandro Leonardi

Cinema - Streaming

Borat - Seguito di film cinema, un successo invisibile. Amazon Studios conferma gli incassi: ma è tutto vero?

Borat 2 continua a conquistare i suoi fan, ma quanto ha incassato rispetto al suo precedente capitolo?

Sacha Baron Cohen lo conosciamo, ma ancora di più il suo doppelganger Borat; ebbene si, lui è tornato. Dopo aver fatto «pace» con il Kazakistan, il nostro giornalista del Medio Oriente ritorna in grande stile con «seguito di film» o semplicemente Borat 2.

Se prima aveva risolto qualche disguido con il suo paese di origine e le critiche a quel prodotto che, per forza di cose, era stato considerato offensivo, adesso fa infuriare Trump e Rudy Giuliani (no spoiler, vi basta andare a vedere il film).

Borat 2: un successo invisibile?

Seppur sottotono questo seguito, rispetto al primo che aveva segnato una generazione, Borat 2 a suo discapito tenta di superare una realtà cinematografica difficile: l’impatto del Coronavirus non ha certo giovato alla produzione del film e sicuramente anche gli incassi ne hanno risentito. Ma effettivamente, come è andata con il pubblico?

Il primo film incassò ben 262 milioni di dollari, evitando lo streaming s’intende, ma riempiendo le sale in un momento in cui il cinema faceva incetta di commedie sopra le righe. Borat 2 , adesso, deve vivere una realtà totalmente digitale, facendo i conti con risultati che non sempre sono immediati: Amazon Studios non ha ancora analizzato gli incassi, ma si esprime in giudizio con "un grande successo".

Questo è stato il comunicato degli studios ufficiale di Borat 2: "Durante il suo weekend di apertura è stato visto in streaming da decine di milioni di clienti. Entro le prime ore del watch party di giovedì notte, oltre un milione di fan si è connesso per interagire dal vivo con Boris in persona e partecipare a una festa da ballo coi fan di tutto il mondo".

L’occasione del «visionatore»

Uno dei problemi dei servizi streaming, Netflix sopratutto, è che non riescono a dare, in maniera precisa e sistematica, un parametro che calcoli effettivamente il numero di «spettatori» che hanno visto quella determinata pellicola.

Se il cinema ha sempre permesso un facile calcolo d’incassi a seconda dei biglietti venduti, qui il discorso è un po’ diverso: la macchina Netflix, nella maggior parte dei suoi abbonati, instilla un atteggiamento da «visionatore» più che spettatore cinematografico, questo porta facilmente a saltare la visione di un film o serie tv, ad un’altra.