Armie Hammer, l’attore abbandona il set di Shotgun Wedding per le accuse di cannibalismo

Il caso Armie Hammer sulle presunti abitudini da «cannibale» ha raggiunto il culmine: l’attore ha abbandonato la produzione di Shotgun Wedding.

A susseguirsi della vicenda, tra messaggi e attacchi diretti, Armie Hammer si è ritrovato in una bufera ingestibile; talmente confusionaria che lo stesso attore ha rifiutato, prima delle ultime dichiarazioni, di rispondere in qualche maniera alle accuse.

Ripercorrendo i fatti: l’attore di Chiamami col tuo nome avrebbe inviato dal suo account Instagram personale dei messaggi riferibili ad una presunta donna, nel quale affermava di essere un cannibale alla ricerca di «passioni».

Il caso cannibalismo: Armie Hammer rinuncia a Shotgun Wedding

Armie Hammer, dopo la cascata di notizie scandalo, ha deciso di abbandonare la produzione di Shotgun Wedding con una dichiarazione diretta sulla situazione:

«Non rispondo a quelle stronzate di affermazioni, ma alla luce degli attacchi violenti e falsi in rete contro di me, non posso in coscienza adesso lasciare i miei bambini per 4 mesi, per girare un film nella Repubblica Dominicana. La Lionsgate mi supporta in questo e io gli sono grato», ha spiegato Hammer in una dichiarazione ufficiale pubblicata da Variety.

Liongate, la casa di produzione del film ha rilasciato una nota ufficiale, esposta dal rappresentate ufficiale dell’attore americano:

«Armie ha chiesto di poter uscire dal film e noi lo sosteniamo in questa decisione». Sottolineiamo il contenuto dei messaggi online, nei quali si evince:

«Sono molto eccitato e confuso nel dirne il motivo. Sono troppo eccitato al pensiero di tenere il tuo cuore e poterlo controllare quando batte. Sono un cannibale al 100%. Voglio mangiarti. Fa paura ammetterlo. Non l’ho mai detto prima. Una volta ho estratto il cuore di un animale ancora vivo e l’ho mangiato mentre era ancora caldo».

L’ex moglie Elizabeth Chambers si è interessata direttamente alla vicenda, ma anche la scrittrice Jessica Ciencin Henriquez ha posto nel dubbio le azioni di Hammer:

«Se vi state ancora chiedendo se quei DM di Armie Hammer siano reali o meno (e lo sono) forse dovreste iniziare a chiedervi perché viviamo in una cultura disposta a dare agli abusatori il beneficio del dubbio invece che alle vittime.» Ha dichiarato l’ex compagna Henriquez in un post su Twitter.

Una fonte vicina a Elizabeth Chambers ha dichiarato che: «Le cose che voleva fare l’hanno molto spaventata. Elizabeth è molto preoccupata per il suo modo di predare le giovani donne vulnerabili. Un modus operandi che dev’essere fermato».