Autore: Marilyn Aghemo

Natale

Albero di Natale green, rispettare l’ambiente divertendosi

Essere green e fashion è possibile? Sì con l’albero di Natale green da adobbare rispettando l’ambiente!

In un mondo oramai compromesso, perché non pensare ad un albero di Natale green? Senza abbandonare la tradizione, si possono però utilizzare strade differenti per realizzare qualcosa di completamente diverso dal solito ma proiettato verso il futuro.

Albero di Natale green come fare?

In pochi sanno che gli alberi artificiali sono parte di un mercato che non subisce mai una crisi, con un acquisto pari a 500 mila unità l’anno come stimato da Coldiretti. Ma per realizzare questi complementi d’arredo natalizi vengono utilizzate plastiche PVC nonché politilene tereflalato che non è biodegradabile. Per ottenerli si utilizzano quindi 20kg di petrolio con emissione nell’atmosfera di 23 kg di anidride carbonica più il trasporto dai Paesi Asiatici.

Se vi piace, il consiglio è di non cambiarlo anno dopo anno pensando che abbandonarlo in discarica non servirà essendo che vorranno 200 anni prima di degradarsi. E allora cosa fare?

Una soluzione alternativa e in linea con l’ambiente è optare per gli alberi veri ecosostenibili che vengono messi in vaso ma senza radici. Una volta ottenuto dal vostro vivaista di fiducia allora si può passare alle decorazioni.

Decorazioni green, quali sono?

Quando si parla di decorazioni green ci si riferisce a soluzioni minimal, fatte a mano oppure acquistate in negozi appositi che danno un tocco elegante e vintage alla propria casa. Mai rinunciare agli addobbi storici ma insegnare ai propri figli anche ad utilizzare tutti complementi ecologici per un Natale diverso dal solito. Invece delle solite palline di Natale si può optare per le mele che sono rosse e gialle come da mood del periodo: da utilizzare intere oppure si potrà scavare l’interno per inserire una candela così da avere decorazione e profumo per tutta la casa.

Sempre in tema di frutta, si possono anche utilizzare fette di frutta essiccata e poi decorata a dovere con fiocchetti riciclati e rametti di cannella per dare all’albero un tocco country ma con gusto raffinato.

Per chi è abile con le mani, da realizzare anche degli gnomi fatti con tessuti riciclati che mettono l’accento sulla bellezza del bosco. E poi ancora pigne, frutta secca (come i gusci delle noci che si trasformano in barchetta o porta candelina) sino ai festoni fatti con la carta riciclata.

Come addobbare la casa?

Una volta che l’albero di Natale è pronto, con ai suoi piedi tutti i doni incartati con carta e fiocchi ecosostenibili, anche la casa si trasforma in un rifugio green. Per i segnaposti si possono utilizzare i rametti di legno con un cartellino e il nome, sino alle candele che vengono messe dentro le lanterne che passano di generazione in generazione.

Leggi anche: Stella di Natale da regalare, storia e tradizioni

Da non dimenticare la ghirlanda da appendere alla porta, rigorosamente con particolari del bosco senza alcun dettaglio in plastica o materiali atossici. E la neve? Prendete un bicchiere da vino e metteteci dentro del sale grosso sino alla sua metà: il risultato sarà glamour ma pur sempre super ecologico.