Autore: Luca Macaluso

Salute - Alimentazione - Benessere

La cicoria contiene nichel? La risposta che sorprende

La cicoria è una verdura molto buona, ma potrebbe essere dannosa per chi soffre di intolleranza al nichel.

La cicoria è una verdura molto utilizzata nella nostra cucina e la si prepara in diversi modi. Non è apprezzata da tutti a causa del suo sapore piuttosto amaro e pungente. Inoltre, chi soffre di particolari intolleranze alimentari, spesso non la consuma per paura di stare male. Tra questi ci sono coloro che soffrono di intolleranza al nichel, in quanto temono che la cicoria possa contenerne un quantitativo eccessivo. Ma la cicoria contiene davvero nichel? In questo articolo daremo la risposta a questa domanda.

L’intolleranza al nichel è in forte espansione

Esistono diverse intolleranze alimentari e tra quelle più diffuse c’è l’intolleranza al nichel che negli ultimi anni è in forte espansione. Molte volte si scatena dopo essere stati a contatto con il metallo, ma a volte succede dopo averlo ingerito, ovvero dopo aver consumato cibi che contengono il nichel.

LEGGI ANCHE: Il tofu va cotto o mangiato crudo? Ecco la risposta

Questo metallo una volta ingerito viene sintetizzato dall’intestino, ma nei soggetti intolleranti provoca:

  • mal di testa,
  • dissenteria,
  • perdita di peso,
  • asma,
  • reazioni cutanee estese.

Una volta che viene diagnosticata l’intolleranza al nichel, bisognerà eliminare dal proprio regime alimentare tutti i cibi che contengono questo metallo. Si tratterà, purtroppo, di un’operazione non del tutto semplice visto che i cibi che contengono nichel sono davvero tanti e tra questi ci sono diverse verdure.

La cicoria contiene nichel anche se in piccole dosi

Gli alimenti contenenti nichel, come abbiamo detto, sono davvero tanti e non fanno eccezione le verdure. Il nichel è contenuto nei cibi sotto due diverse forme, come costituente biologico, cioè è parte integrante della composizione molecolare dell’alimento. Oppure come inquinante, ovvero può aver contaminato l’alimento in diverse maniere (un esempio sono frutta e verdura coltivata in terreni contenenti nichel).

LEGGI ANCHE: L’olio di cocco fa dimagrire? Ecco la verità

Tra i tanti alimenti che contengono nichel, c’è anche la cicoria. Quest’ultima, però, rientra nella categoria di alimenti che contengono una percentuale di nichel non troppo elevata. La cicoria, dunque, deve essere assolutamente evitata da chi soffre di intolleranza al nichel al pari di altre verdure come pomodori, cavolfiori, asparagi, broccoli, carote ecc.

Se soffrite di questa fastidiosa intolleranza, allora fate molta attenzione alla cicoria e cercate di evitarla, ma nel caso in cui la mangiaste per sbaglio, ed avvertisse i classici sintomi dell’intolleranza, prendete subito le dovute precauzioni e contattate il vostro medico di fiducia. Se, invece, non avete problemi con il nichel, consumate tranquillamente la cicoria che se è vero che contiene questo metallo è anche vero che ha importanti proprietà nutrizionale e fa molto bene alla nostra salute.

LEGGI ANCHE: La rucola fa bene al fegato? Ecco la risposta della medicina