Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

L’olio di cocco fa dimagrire? Ecco la verità

L’olio di cocco nonostante sia piuttosto grasso, sembra faccia dimagrire, vediamo tutti i perchè.

Il cocco ormai è un frutto che viene consumato in tutto il mondo, nonostante sia di chiara origine tropicale. Del cocco si consuma la polpa, usata come frutta e il suo latte, come bevanda. Inoltre dal cocco si recupera anche l’olio. In pratica, un frutto che si sposa con molti utilizzi ed è diventato di utilizzo comune anche in Occidente, perché utilizzato in composizioni culinarie sia dolci che salate. Inoltre il cocco è ricco di proprietà, soprattutto contenute nella sua bianca polpa.

Se la polpa si mangia ed il suo latte si beve, l’olio estratto dal cocco viene usato come condimento dei piatti e nella cosmesi per il trattamento di pelle e capelli. Dell’olio di cocco si parla in modo contradditorio, con alcune teorie che ne sottolineano la bontà, anche per uso alimentare e quindi come condimento dei piatti. Ma ci sono altre tesi che mettono in luce i presunti effetti nocivi dell’olio di cocco, che derivano dall’elevato contenuto di grassi saturi con tanto di rischio cardiovascolare.

Valutazioni che ultimamente sembrano vertere più sugli aspetti positivi dell’olio di cocco che non su quelli negativi, anche se in questi casi è meglio chiedere un parere ad un medico. Tra le altre cose, ultimamente molti dietologi inseriscono l’olio di cocco in molte diete dimagranti. Ma allora. L’olio di cocco fa dimagrire? Ecco cosa dice la medicina, sottolineando nuovamente il fatto che si tratta di teorie che andrebbero meglio approfondite in sede medica, con il proprio specialista di fiducia.

TI POTREBBE INTERESSARE: La cannella abbassa la glicemia? La risposta della medicina

Olio di cocco molto grasso?

L’olio di cocco è ricco di grassi, come quelli a catena lunga, come:

  • l’acido palmitico,
  • l’acido stearico,
  • l’acido miristico.

Presenti anche grassi a catena media, come:

  • l’acido laurico,
  • l’acido caprilico,
  • l’acido caprico.

I grassi a catena media vanno per la maggiore nell’olio di cocco e questo attribuisce al prodotto, alcune proprietà benefiche, tra le quali anche quella dimagrante. Ecco perché come dicevamo prima, molti dietologi lo utilizzano nelle diete assegnate ai pazienti.

Olio di cocco fa dimagrire?

L’olio di cocco stimola il metabolismo e quindi è utile nelle diete da dimagrimento. Nonostante l’olio di cocco sia composto quasi esclusivamente da grassi e nonostante il fatto che ogni 100 grammi di olio di cocco ci sono circa 800 chilocalorie, l’olio di cocco fa dimagrire. Una cosa che può sembrare strana e che occorre approfondire. La proprietà dimagrante dell’olio di cocco è da attribuire ai grassi a catena media e ai trigliceridi a catena media.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere thè caldo ogni giorno fa bene? Ecco la verità

La presenza di acido laurico per esempio, ha benefici effetti sulla digestione di un organismo. Gli acidi a catena media sono più solubili in acqua e maggiormente digeribili. Sembra pure che l’olio di cocco favorisce il dimagrimento perché l’acido laurico in esso contenuto dovrebbe riuscire a far attivare le proteine fondamentali nel metabolismo degli acidi grassi. L’assunzione di olio di cocco quindi, sembrerebbe utile a dimagrire perché stimolando il metabolismo, è capace di aiutare il corpo umano ad eliminare l’adipe in eccesso.

Come si presenta l’olio di cocco

Gli effetti benefici sulla linea di chi lo consuma, naturalmente sono correlati alla giusta alimentazione. Occorre adottare una dieta sana ed equilibrata per ottenere gli effetti benefici dell’olio di cocco. L’olio di cocco si presenta in formato solido, tanto è vero che c’è chi lo chiama burro di cocco. Va conservato in frigorifero proprio come il burro. Naturalmente c’è olio ed olio, perché sul mercato ci sono diverse tipologie di olio di cocco venduto. Occorre prestare attenzione a quale si compra, preferendo uno biologico che non viene prodotto con l’aggiunta di pesticidi.

TI POTREBBE INTERESSARE: I dolci contengono proteine? La risposta della medicina

Il consumo suggerito da diversi studi è di circa 15 grammi al giorno, cioè un cucchiaino di olio di cocco. Con questo quantitativo, si potrebbe agevolare la perdita del grasso in eccesso in un organismo. L’uso moderato di olio di cocco non ha molte controindicazioni, anche se come per tutte le cose, occorre prestare attenzione. Una quantità eccessiva di olio di cocco abbinata ad un’alimentazione non corretta, può sortire l’effetto contrario rispetto a quello che si cerca, cioè si arriva ad ingrassare.