Sondaggi Emg, intenzioni di voto: Lega prima, poi M5s, Fdi e Pd

Nel corso della trasmissione Agorà di Rai 3 Fabrizio Masia ha presentato i sondaggi del 6 maggio di Emg Acqua

Nel corso della trasmissione Agorà di Rai 3 sono stati diffusi gli ultimi sondaggi Emg Acqua relativi alle intenzioni di voto. I dati sono relativi al 6 maggio e le differenze riguardano il confronto con le rilevazioni del 29 aprile.

A determinare le oscillazioni che, dato il periodo ristretto, non sono certo esorbitanti, sono ovviamente le vicende politiche e verosimilmente anche le scelte governative che stanno contraddistinguendo l’attualità.

Lega sempre primo partito, con un piccolo guadagno

La Lega, ad esempio, è un partito che fa parte dell’esecutivo e della maggioranza che lo sostiene, ma che in alcuni casi non ha nascosto la sua disapprovazione per alcune scelte.

Si pensi, ad esempio, al fatto che Matteo Salvini nei giorni scorsi aveva addirittura lanciato una petizione on line contro il coprifuoco pochi giorni dopo il decreto che, di fatto, lo prorogava. Il Carroccio resta il primo partito e guadagna lo 0,2%. La Lega passa, infatti, dal 21,9 al 22,1%.

Ultimi sondaggi: M5S e Fdi alle spalle della Lega

L’andamento del Movimento 5 Stelle resta un aspetto che desta particolare curiosità sulla base di quella che potrebbe essere la spinta di una figura come quella di Giuseppe Conte. Il sondaggio Emg nella differenza tra il 6 maggio ed il 26 aprile riscontra un calo dello 0,5% per i grillini. Passano quindi dal 19,5% al 19,0%.

Sul gradino più basso del podio c’è, invece, Fratelli d’Italia. Lo schieramento guidato da Giorgia Meloni è rimasto all’opposizione rispetto al governo di larghe intese presieduto da Mario Draghi. Fdi, nell’ultima settimana, cresce dello 0,2% e passa dal 17,4 al 17,6% dell’ultima rilevazione.

Pd e Forza Italia con il segno «più»

Segno positivo anche per il Partito Democratico, al quarto posto secondo il sondaggio Emg Acqua. I dem avevano il 16.4% lo scorso 29 aprile e toccano, invece, il 16,8% in data 6 maggio.

Stesso incremento per Forza Italia. Il partito fondato da Silvio Berlusconi è la quinta forza e stando alla rilevazione vale adesso il 6,8%.

Sondaggi politici intenzioni di voto Emg, il riepilogo

  • Lega 22,1% (+0,2%)
  • Movimento 5 Stelle 19,0% (-0,5%)
  • Fratelli d’Italia 17,6% (+0,2%)
  • Partito Democratico 16,8% (+0,4%)
  • Forza Italia 6,8% (+0,4%)
  • Italia Viva 4,1% (-0,1%)
  • Azione 3,2% (=)
  • Sinistra Italiana 1,7% (=)
  • Articolo 1 1.6% (-0,1%)
  • Europa Verde 1,6%(=)
  • Cambiamo! 1,3% (+0,1%)
  • Più Europa 1,1% (-0,1%)
  • Noi con l’Italia 1,1% (=)
  • Altro partito 2,0 (-0,5%)

Il sondaggio ha, inoltre, rilevato una percentuale del 40,2% di persone che hanno espresso alcun tipo di orientamento rispetto alle intenzioni di voto. Una fetta di elettorato abbastanza ampio e che dovrà, eventualmente, essere convinta dai partiti che nei prossimi mesi proveranno ad ampliare il proprio consenso.