Sinisa Mihajlovic in campo nonostante la leucemia, la figlia Virginia: «Più di un guerriero»

L’allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic, è sceso in capo per sostenere la sua squadra. I teneri messaggi delle figlie, Viktorija e Virginia.

Sinisa Mihajlovic più forte della leucemia. All’esordio in A, l’allenatore del Bologna, ancora in cura al Sant’Orsola a Bologna, non ha rinunciato a guidare la sua squadra e nel match contro il Verona, ha seguito i suoi campioni dalla panchina. La presenza del tecnico, che in un primo momento si ipotizzava avrebbe guidato la partita da un’area dedicata, ha sorpreso calciatori e spettatori, dal momento che ormai da più di un mese si sta sottoponendo a delle cure per combattere la leucemia mieloide. L’evento, naturalmente, ha scatenato l’entusiasmo del mondo dello sport e, come rivela il dottor Sante Tura, luminare dell’ematologia italiana, al Resto del Carlino, alimenta le speranze di guarigione: «Il fatto che i medici gli abbiano dato il permesso significa che c’è una risposta positiva dell’organismo - spiega l’esperto - E’ chiaro che come qualunque malato dimesso dall’ospedale dovrà avere un po’ di riguardo. Si tratta di un grosso convalescente, che verrà seguito anche a casa». Secondo il medico, infatti, questo è solo il primo passo verso la guarigione:

"La malattia andrà tenuta sicuramente sotto controllo. Sicuramente - aggiunge il luminare - un paziente in questa condizione deve sottoporsi almeno a un secondo ciclo di cure (e quindi un nuovo ricovero) in vista di un trapianto di midollo".

Viktorija e Virginia sostengono papà Sinisa Mihajlovic

A sostegno di Sinisa Mihajlovic sono scese in capo, seppur virtualmente, anche le sue due figlie, Viktorija e Virginia. La prima, condividendo sui social un’immagine di suo padre in panchina, ha scritto si Instagram «Ma come se fa, la grande bellezza»; la seconda, invece, pubblicando un analogo scatto, ha affidato ai social il suo più dolce pensiero: "Dirti che ti amo è troppo poco - si legge nella didascalia dell’immagine che ritrae Sinisa Mihajlovic intento a dare dritte ai ragazzi del Bologna. «La tua forza, la tua grinta ed il tuo coraggio, nonostante io sia tua figlia, mi rendono ancora oggi la ragazza più orgogliosa di questo mondo».

"Sei più di un guerriero - ha aggiunto Virginia Mihajlovic - sei più di un combattente, sei più di un leone, tu sei “più di ogni cosa”. Quante altre cose ancora vorrei dirti, ma le parole giuste per descriverti, nessuno le ha ancora mai inventate"

. E di fronte alle numerosissime manifestazioni di affetto che nelle ultime ore sono arrivate all’indirizzo del tecnico, Viktorija non ha potuto fare altro che ringraziare: «vi leggo tutti, grazie, mi scoppia il cuore».