Roma: dopo anni apre la nuova stazione di Prima Porta

La stazione di Roma Prima Porta torna ad essere operativa dal 18 Giugno 2017.

La stazione ferroviaria di Roma Prima Porta sarà finalmente operativa a partire da domenica 18 Giugno, dopo anni di attesa. L’inaugurazione ufficiale avverrà il 19 Giugno.

La nuova stazione di Prima Porta, situata lungo la linea Roma-Civita Castellana-Viterbo, è stata consegnata circa un anno fa.
Il progetto era stato approvato nel 2010 e i lavori di costruzione erano iniziati nel 201. La stazione è costata 7,5 milioni di Euro.

Fino ad oggi, i pendolari, che in quella tratta sono tantissimi, avevano a disposizione la vecchia stazione, costruita nel 1932, che però non riusciva a soddisfare le esigenze del numero sempre crescente di pendolari che dall’hinterland si recano ogni giorno a Roma per motivi di studio o lavoro.

I disagi sempre più frequenti, causati dall’inadeguatezza della vecchia stazione, avevano mosso i pendolari a numerose proteste, rimaste tuttavia inascoltate per anni.
I pendolari non riuscivano a comprendere come mai una stazione consegnata già da un anno non venisse messa in funziona, cosa che avrebbe diminuito già da tempo i numerosi disagi che caratterizzano quella linea, ma non solo.

I lavori per la realizzazione della stazione sono stati interamente finanziati dalla Regione Lazio e da Atac Spa, l’azienda concessionaria dei trasporti pubblici nel territorio di Roma Capitale, in alcuni comuni della provincia romana e nel viterbese.

La realizzazione di questa stazione è la prima opera realizzata in seguito alla decisione di ammodernare l’intera linea Roma-Civita Castellana-Viterbo e acquistare nuovi treni, più moderni e funzionali, considerati i disagi causati -non soltanto su questa linea, ma anche su molte altre gestite dalla stessa Atac Spa- causati da mezzi vetusti soggetti a frequenti guasti.

La nuova stazione disporrà di due banchine (la vecchia ne aveva solo una, ndr), locali commerciali, biglietteria, sala d’aspetto per i viaggiatori e locali destinati al personale di servizio.

Inoltre, la stazione di Prima Porta segna un importante traguardo nella lotta contro le barriere architettoniche: sono state realizzate rampe e ascensori che permetteranno ai disabili di accedere senza problemi alle banchine, oltre ad un percorso dotato di sistema di guida per i non vedenti.

Per prevenire eventuali atti vandalici e situazioni di pericoloso per i viaggiatori, è stato predisposto un sistema di videosorveglianza ed è stato previsto un implemento dell’illuminazione, misure che si spera siano sufficienti per dissuadere eventuali malintenzionati.

Gli anni di ritardo nella consegna della nuova stazione sono stati causati dai numerosi intoppi burocratici e dalla mancanza di alcuni permessi.
Lo scorso Aprile, il PD aveva presentato un’interrogazione in Campidoglio relativamente alla mancata apertura della stazione, procedura che probabilmente ha accelerato i tempi per il collaudo e la messa in funzione della stessa.