Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

Quante volte a settimana magiare quinoia? La risposta dell’esperto

Quinoa, tra verdura e cereale, quanta se ne può consumare? Ecco le cose da sapere.

La quinoa è un alimento a basso contenuto calorico, non ha glutine e aiuta cuore e muscoli a stare bene. Basterebbe questo a sottolineare la bontà di questo alimento. La quinoa è una pianta erbacea della stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola. Importanti sono i semi della quinoa che forniscono una farina ricca di amido, di proteine e senza glutine, adatta a tutti, adulti e bambini, sportivi e non.

Quinoa, proprietà nutritive

La quinoa è un alimento adatto a chi soffre di celiachia proprio perché gluten free. Oltre a questo evidente vantaggio, la quinoa ha numerose proprietà nutritive come le proteine, i carboidrati e le fibre. Nella quinoa troviamo metionina e lisina, due degli aminoacidi essenziali. Magnesio, vitamina C e vitamina E sono altre sostanze di cui la quinoa è ricca.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il formaggio brie contiene lattosio? Ecco la risposta

Si tratta di un prodotto altamente energizzante, poiché 100 grammi di quinoa apportano 350 calorie. Molto utilizzata negli sport in alternativa alla carne, perché si tratta di un alimento molto ricco di proteine. Oltre ai semi della quinoa si mangiano pure le foglie che hanno una consistenza simile agli spinaci. In pratica, la quinoa è una via di mezzo tra un cereale ed una verdura.

La presenza di grassi insaturi all’interno della quinoa genera nel corpo umano una forte sensazione di sazietà e questo è un elemento che da alla quinoa un aspetto dimagrante. Oltre ai grassi insaturi, il senso di sazietà che la quinoa da è frutto delle fibre alimentari, fondamentali per il regolare funzionamento dell’intestino e che al tempo stesso danno un senso di sazietà evidente.

TI POTREBBE INTERESSARE: La cicoria è diuretica? Ecco la risposta dell’esperto

Quinoa, dosi consigliate a settimana

Ricapitolando, la quinoa è una valida alternativa a cibi ricchi di proteine animali come la carne ed è una altrettanto valida alternativa a prodotti ricchi di carboidrati come la pasta e i suoi derivati. Un alimento questo che sta via via prendendo piede in Italia, entrando in pianta stabile nella dieta vegana e vegetariana, in quella dei celiaci e in quella di tutti quanti.

Una cosa da sottolineare però é che in base alla tipologia di alimento che è, occorre prestare attenzione a come consumarlo, in che modo e in che quantità. Per quanto autorevoli, non esistono studi e teorie che rispondono alla domanda circa la quantità di quinoa che andrebbe consumata ogni settimana. Le quantità di quinoa possono variare da individuo a individuo, cambiano in funzione della dieta a cui una persona è sottoposto ed alle eventuali patologie e intolleranze che un individuo ha.

TI POTREBBE INTERESSARE: Le barbabietole si possono mangiare crude? Ecco la verità

Ecco perché il parere di un nutrizionista è inevitabile, al fine di capire come inserire la quinoa nella dieta e cine bilanciarla con altri alimenti. In linea generale sarebbe opportuno consumare quinoa 2 o 3 volte a settimana, alternandola con altri alimenti.