Operatori di Striscia la Notizia aggrediti a San Basilio: 2 colpi di pistola

Operatori di Striscia la Notizia, Brumotti e cameramen, aggrediti nel quartiere San Basilio a Roma. Sparati due colpi di pistola, un mattone ha ferito un cameramen. Quarta aggressione per la troupe.

Gli operatori di Striscia la Notizia sono stati aggrediti nel difficile quartiere romano.

Il programma satirico, tramite il suo ufficio stampa, fa sapere che l’inviato Vittorio Brumotti e i suoi cameramen hanno subito l’aggressione nel pomeriggio di Sabato 2 dicembre a San Basilio, quartiere popolare alla periferia di Roma.

Sono stati sparati 2 colpi di pistola ed è stato lanciato un mattone che ha ferito un cameramen ad una gamba. Brumotti è stato anche vittima di ingiurie e minacce di morte.

L’aggressione è avvenuta intorno alle 16:15, durante il consueto servizio sulle piazze di spaccio in Italia. L’inviato ha iniziato da qualche mese la campagna contro lo spaccio con una serie di servizi televisivi volti a documentare l’attività illecita che avviene nelle strade italiane.

Il modus operandi di Brumotti è sempre lo stesso: adescare il pusher, richiedere la droga e, sul più bello, rivelare la propria identità denunciando il fatto con un megafono. A questo punto da una palazzina popolare sono partiti insulti, minacce e una bottiglia.

Poco dopo, come dichiarato da Brumotti, sono stati esplosi due colpi d’arma da fuoco, e un uomo in passamontagna ha raggiunto a gran velocità la troupe scagliando su di essa un mattone. A farci le spese un cameramen impegnato nelle riprese del servizio: ferito ad una gamba ma niente di serio o preoccupante.

Immediatamente dopo il gesto, l’inviato e la sua troupe si sono allontanati di corsa dal quartiere a bordo del proprio furgone.

Questa è la quarta aggressione in poco più di 2 settimane ai danni degli operatori di Striscia. Dopo Padova, e soprattutto dopo il pesante affronto subito nel parco della Montagnola di Bologna, la violenza nei confronti di Brumotti e compagni si è consumata a Roma.

San Basilio e l’intervento dei carabinieri

San Basilio è un quartiere periferico e degradato della capitale, ed è considerato la principale piazza di spaccio di Roma. Il quartiere è finito più volte sulle pagine di cronaca locale e nazionale per le guerre criminali fra bande rivali.

L’aggressione è avvenuta, secondo il racconto di Brumotti, in via Carlo Tranfo, all’angolo con via Luigi Gigliotti. Qui lo spaccio di sostanze stupefacenti avviene alla luce del sole ed è gestito da alcune famiglie italiane legate alla camorra, secondo le fonti dei carabinieri.

Subito dopo l’accaduto la troupe ha sporto denuncia e i carabinieri del comando di Montesacro hanno già avviato le indagini. Le forze dell’ordine hanno, inoltre, effettuato un sopralluogo e ascoltato molte persone del quartiere nel tentativo di ricostruire fedelmente la dinamica dell’aggressione.