Rimini, donna si salva dalle violenze del marito fingendo di ordinare una pizza

La donna, reduce da diversi anni di violenza da parte del marito, trova la salvezza chiamando il 112 e fingendo di ordinare una pizza.

Salvata da una pizza. Quella che potrebbe sembrare una ilare storia da raccontare al bar con gli amici, è in realtà la fine dell’incubo vissuto da una donna di 40 anni a Rimini. Per tre lunghi anni, sicuramente percepiti come un’eternità, la giovane donna ha subìto costantemente maltrattamenti e botte da parte di colui che avrebbe dovuto difenderla da ogni male, il marito. Mai ci si aspetterebbe di dover promettere quel “finché morte non ci separi” alla persona che rischia di esserne la causa ogni giorno.
Arrivata al limite della sopportazione, la donna ha avuto finalmente il coraggio di chiedere aiuto ai carabinieri.

La chiamata al 112 non è stata certamente convenzionale: per non destare sospetti volti a scatenare l’ira del marito, la donna ha preso il telefono e composto il numero facendo finta di ordinare una pizza al centralino dei carabinieri di Rimini. Il militare coinvolto nella telefonata ha intuito subito che non si trattasse di un errore, data la voce tremante di agitazione dalla quale era arrivata la richiesta. Una preghiera d’aiuto taciuta, rivolta con la speranza che chi si trovasse dall’altra parte del telefono comprendesse e agisse nell’immediato. Fortunatamente le forze dell’ordine si sono messe subito in azione e, probabilmente con l’indirizzo fornito per la consegna della pizza, hanno raggiunto la casa dove si trovava la coppia.
Raggiunta la soglia della porta dell’abitazione, i carabinieri hanno trovato la donna circondata da quattro mura messe totalmente a soqquadro.
L’uomo, avendo percepito e sentito l’arrivo dei carabinieri, si è prontamente nascosto nel ripostiglio. Sentendo di non avere scampo, il marito della donna ha poi tentato la fuga provando a lanciarsi dalla finestra del quarto piano. I carabinieri però, sono riusciti ad afferrarlo per le gambe giusto in tempo, poco prima che riuscisse a buttarsi di sotto.

La donna ha quindi raccontato in toto gli avvenimenti degli ultimi tre anni, che l’hanno costretta a vivere un inferno in terra. L’uomo è stato infine arrestato per maltrattamenti e lesioni personali replicate nel tempo.