Autore: Luca Macaluso

Salute - Alimentazione - Benessere

9
Mar 2020

Mangiare troppo grano saraceno fa male: ecco cosa accade al nostro corpo

Ecco cosa può accaderci se consumiamo troppo grano saraceno.

Il grano saraceno è un cereale ricco di proprietà nutritive e trova diverso impiego in cucina. Si tratta di un alimento senza glutine e dunque, perfetto per chi soffre di celiachia. Tuttavia può essere tranquillamente mangiato anche da chi non ha particolari intolleranze, ma con le dovute attenzioni. Assumerlo in maniera esagerata può causare diverse problematiche al nostro organismo. Nei prossimi paragrafi vedremo cosa può accadere al nostro corpo se mangiamo troppo grano saraceno.

Le proprietà nutritive e benefiche del grano saraceno

Il grano saraceno è composto principalmente da amido e proteine. Le proteine presenti in questo alimento sono composti principalmente da amminoacidi essenziali come la lisina, la treonina e il triptofano sia da amminoacidi contenti zolfo. Inoltre non ha glutine mentre presente grassi sia saturi sia mono e polinsaturi. Oltre a ciò presenta un’alta concentrazione di sali minerali tra cui:

  • Ferro,
  • Fosforo,
  • Rame,
  • Zinco,
  • Selenio
  • Potassio.

TI POTREBBE INTERESSARE: La trippa si può congelare? Ecco la risposta che sorprende

Buonissima anche la concentrazione di vitamine tra cui, la vitamina B1, la B2, la niacina e la B5. Infine, il grano saraceno è ricchissimo di antiossidanti e flavonoidi. Tra questi, i più importanti sono la rutina e i tannini. Tutti queste sostanze rendono il grano saraceno un alimento molto salutare, ma come accennato poco sopra per poterne realmente beneficiare, bisogna consumarlo con moderazione.

Mangiare troppo grano saraceno fa male

Come detto, bisogna mangiare il grano saraceno con moderazione. Si consiglia di mangiarlo due o tre volte a settimana. Questo perché essendo un cereale privo di glutine nel caso in cui non si soffra di celachia, può dare problemi. Innanzitutto, se mangiato troppo spesso, può provocare allergie e di conseguenza problemi all’apparato digerente, in particolare l’intestino.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il tonno fresco, ecco quando non mangiarlo: fate molta attenzione

Si può andare incontro a fastidiosi gonfiori addominali e meteorismo, oltre che flatulenza. Se siete ghiotti di questo alimento, è meglio che lo consumiate seguendo i consigli degli esperti, ovvero nell’ordine di due, massimo tre volte a settimana.

Come consumare il grano saraceno

Per consumare il grano saraceno senza incorrere in problematiche più o meno serie, oltre a non mangiarlo troppe volte, bisogna cucinarlo nella maniera corretta. Innanzitutto, è bene scegliere sempre del grano biologico al momento in cui lo si acquista. Il grano saraceno, lo si può mangiare crudo nelle insalate, ma prima di aggiungerlo agli altri ingredienti, dovrà essere decorticato. In alternativa, lo si può mangiare cotto. Per cucinarlo, bisognerà prima sciacquarlo sotto l’acqua corrente e successivamente unirlo a dell’acqua o del brodo bollente e cuocerlo per circa 30 minuti.

TI POTREBBE INTERESSARE: Farina: come conservarla, ecco alcuni consigli utili