Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

Mangiare peperoni crudi fa male alla salute? Ecco la risposta

Mangiare i peperoni crudi è nocivo o fa bene alla salute è un argomento molto discusso che presenta teorie diverse.

Sulle modalità di come mangiare i peperoni ci sono teorie e evidenze scientifiche contrastanti. Partendo dal presupposto che occorrerebbe per ogni individuo che si appresta a mangiarli, chiedere il parere del proprio medico di fiducia. Mangiare peperoni crudi nuoce alla salute o no? Una domanda a cui cercheremo di dare risposta, anche se ripetiamo, i pareri sono diversi da studio a studio. Vediamo di approfondire quali sono gli effetti che nel mangiare questo ortaggio senza cuocerlo, può produrre nell’organismo umano.

Peperoni un ortaggio molto usato

I peperoni sono tra i più comuni prodotti dell’orto. Si tratta di ortaggi molto apprezzati e molto diffusi e che si sposano bene in diverse preparazioni culinarie. Ma spesso questo ortaggio viene mangiato anche crudo, magari in una insalata che specie in estate è un piatto di largo consumo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare fegato fa male al diabete? Risponde la medicina

Cosa contengono i peperoni?

Prima di addentrarci nel problema riguardante la bontà o meno del nutrirsi di peperoni crudi, vediamo cosa contiene un peperone. I peperoni hanno un elevato contenuto di vitamina A, vitamina C e betacarotene e tutte queste cose rendono questo alimento molto importante per contrastare gli effetti che i radicali liberi hanno sul nostro organismo. Al peperone vengono assegnate importanti proprietà diuretiche e depurative. Inoltre i peperoni sono ricchi di fibre come la cellulosa e la pectina.

Non meno importante il contenuto di sali minerali tra cui:

  • Calcio,
  • Ferro,
  • Potassio
  • Magnesio.

Questo ortaggio che si trova in tutti i negozi di frutta e verdura ed in tutti i supermercati, può essere giallo, verde o rosso. Soprattutto i peperoni verdi, sembra che aiutino il corpo umano nella fase di depurazione perché aiutano il fegato a produrre la bile ed aiutano l’organismo ad espellere liquidi in eccesso e tossine grazie al fatto che si tratta di un alimento diuretico.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il lardo di maiale non fa ingrassare? La risposta è incredibile

Peperoni crudi fanno bene?

I peperoni contengono 22 kcal ogni 100 grammi, e quindi sono ideali per diete ipocaloriche. Questo soprattutto se mangiati crudi, modalità di consumazione che è importante anche per favorire la digestione. Infatti l’organismo assimila meglio i capsinoidi e la capsaicina, elementi contenuti nei peperoni e che favoriscono la digestione.

Il peperone crudo è più digeribile rispetto a quello cotto sia per gli ingredienti con cui si cuoce che per struttura originaria. Soprattutto la varietà rossa, quella che sembra più ricca di vitamina C, se consumata cruda favorisce la produzione dei succhi gastrici dello stomaco e come si sa, questi succhi gastrici hanno la funzione di stimolare la digestione.

In linea di massima quindi, anche crudi, i peperoni non sono nocivi, anzi, sembrano apportare più benefici. Tutto va rapportato da soggetto a soggetto, ma appare evidente che i peperoni cotti, in base alla preparazione, possono essere più pesanti per lo stomaco. Per esempio, per chi ha problemi di gastrite, il peperone cotto alla griglia, avendo inevitabilmente parti più bruciate, può accentuare gli effetti della patologia. Ovviamente il consiglio medico è sempre un ottimo suggerimento, come è altrettanto ottimo il suggerimento di eliminare la pelle del peperone sia che lo si mangi cotto che crudo.

TI POTREBBE INTERESSARE: I ceci contengono carboidrati? Ecco la verità