Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

15
Feb 2020

I ceci contengono carboidrati? Ecco la verità

I ceci rappresentano il terzo legume più consumato nel mondo. Essi affondano le loro radici in Oriente e vengono coltivati prevalentemente in India e in Pakistan. Svolgono tante azioni benefiche sul nostro organismo e non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole. I ceci, infatti, sono noti per essere ricchi di fibre, dunque contribuiscono a regolarizzare l’intestino e ad arginare la stipsi.

Inoltre, nella loro composizione troviamo anche acidi grassi omega 3, indispensabili per mantenere efficiente il sistema cardiovascolare. Questi legumi tengono sotto controllo la pressione arteriosa, accrescono i valori del colesterolo buono, ossia HDL, abbassando quelli di LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare dolci senza ingrassare è possibile? Ecco il metodo!

I ceci, grandi alleati di chi soffre di ipertensione arteriosa

Le proprietà benefiche dei ceci non si esauriscono qui. Essi infatti abbondano in folato, fondamentale per mantenere bassa l’omocisteina, un aminoacido che circola nel sangue e che, se supera determinati valori accresce la percentuale che si verifichino ictus e infarto. I ceci sono anche ricchi di sali minerali come magnesio, calcio, fosforo e potassio, vitamine C e vitamine del gruppo B.

Inoltre, questi legumi si caratterizzano per il fatto di essere privi di glutine e possono dunque essere tranquillamente consumati da chi soffre di celiachia. Essi sono anche indicati per coloro che soffrono di diabete. Ma i ceci contengono o no i carboidrati? Ecco la verità su questi sorprendenti e gustosi legumi.

TI POTREBBE INTERESSARE: Si può mangiare la maionese a dieta? Ecco cosa dice l’esperto

I ceci, valori energetici e calorici

Per quanto concerne il valore energetico e calorico dei ceci, 100 grammi di ceci cotti assicurano al nostro corpo circa 120 calorie. Essi contengono proteine e anche carboidrati (circa 61 grammi in 100 grammi di ceci). Ne consegue che soprattutto chi segue un regime alimentare ipocalorico oppure è attento alla quantità di carboidrati da assumere ai pasti deve fare attenzione a non eccedere nel consumo dei ceci.

In particolare, occorre prestare attenzione a non associare questi legumi alla pasta e al pane per non aumentare notevolmente la quota di carboidrati che si ingerisce. I ceci possono invece essere utilizzati per preparare invitanti e gustose zuppe prive di pasta e pane, assicurandosi il pieno di benessere, ma senza compromettere particolarmente la linea.

TI POTREBBE INTERESSARE: Quale verdura si può mangiare con la colite? Ecco le migliori

Come consumare i ceci

In definitiva, poiché i ceci contengono una buona percentuale di proteine essi andrebbero evitati in associazione con la carne, ma consumati da soli al punto che da sempre questi legumi sono anche definiti “la carne dei poveri” in quanto più economici e facilmente reperibili.

In cucina i ceci si prestano a diverse ricette, tra le più gettonate ci sono le zuppe e le minestre per piatti unici ricchi di proteine e carboidrati, ma i ceci possono anche essere i protagonisti di originali hamburger in associazione con uova, pane e salse fino alla gettonatissima frittata vegana di ceci senza uova. Tante ricette, dunque, per questi legumi saporiti e utili per il benessere del nostro organismo.