Autore: Paolo Marsico

7
Feb 2020

Lorenzo Donnoli sul no a De Luca in Campania: «Accentratore di potere, dedito alle clientele»

Lorenzo Donnoli portavoce nazionale delle «sardine» ha parlato delle prossime elezioni regionali in Campania e del loro rifiuto di sostenere Vincenzo De Luca per il centrosinistra

Lorenzo Donnoli, tra i portavoce nazionali, e secondo nelle gerarchie, tra le “sardine”, il movimento non movimento, partito non partito, che di recente ha segnato abbastanza la scena politica italiana è intervenuto, in vista del primo congresso nazionale di Scampia del prossimo 14 Febbraio, in merito alla situazione Campania con le elezioni regionali ormai alle porte e l’orizzonte di un nuovo mandato per l’attuale presidente Vincenzo De Luca

No a De Luca candidato del centrosinistra

Donnoli, dichiara a nome del “movimento” un secco rifiuto alla ricandidatura dell’attuale governatore, perchè evidentemente, e giustamente, secondo le considerazioni della base e dei responsabili del movimento, con quei valori e quell’unità di intenti che si è vista ad esempio in Emilia Romagna, con il sostegno incondizionato a Bonacini.

Il portavoce nazionale ha dunque affermato :"Niente di personale contro il governatore De Luca, sappiamo che è uomo intelligente, ma lo svolgimento non fa sconti. Visto che è così intelligente – continua Donnoli - non può pensare di gestire il potere per quarant’anni di fila o quasi, da accentratore, e peraltro servendosi anche di fritture e clientele, lo ringraziamo per le parole di stima che ha avuto per noi, ma onestamente abbiamo poco in comune".

La reazione del Pd campano

Alle reazioni del Pd locale che si sono immediatamente succedute all’intervento di Donnoli, il portavoce ha poi cosi risposto : «La nostra riflessione - spiega ancora Donnoli - parte da un interrogativo doveroso per chi vuole pensare all’efficacia e alla credibilità di una politica in grado di rinnovarsi e proiettarsi anche sul futuro. E cioé – continua - come fate a rivoluzionare il centrosinistra, se ricandidate per la terza volta in Regione la stessa persona? E questo anche come criterio generale. Se poi entriamo nel merito – conclude - non è che vada meglio».

Pieno sostegno alla candidatura di Sandro Ruotolo

Il portavoce delle “sardine” ha poi spiegato il loro sostegno alla candidatura per il centrosinistra di Sandro Ruotolo alle prossime supplettive a Napoli ed all’operato del sindaco partenopeo. In questo caso, considerata l’identità più volte mostrata dall’amministrazione comunale napoletana, il sostegno a determinate instanze e la cura di altre dinamiche di tipo amministrativo, sarebbe apparsa in ogni caso abbastanza scontata l’approvazione alla candidatura del giornalista. «Non personalizzerei su De Magistris, preferisco parlare del civismo di sinistra che rappresenta il sindaco di Napoli - ha dichiarato Donnoli - dei movimenti, dei giovani che con lui hanno lavorato. Questo – continua - accanto alla biografia personale di Ruotolo, che mette insieme per una volta Pd, Leu, Iv, a noi sembra un valore. Abbiamo bisogno di unità – conclude - per battaglie che cambino i destini».