Autore: Francesca Cavaleri

Mutuo - Banche

Immobili: è ora di investire sulle case?

Investire sugli immobili è da sempre un’attività amata dagli italiani. Ma a causa della Pandemia da Covid-19, cosa sta succedendo sul mercato? Conviene comprare casa? Scopriamolo insieme.

Stiamo assistendo ad una crisi economica nazionale, a causa degli effetti che il Coronavirus sta causando. Molte aziende ed i mercati in generale, stanno registrando continui sali e scendi. Ma cosa sta succedendo al mercato immobiliare? Secondo il rapporto Tecnocasa del mese di Novembre, il prezzo del case usate è in calo. Il decremento è pari allo 0.3% ad ottobre.

Immobili: prezzi giù e vendite su

In relazione all’ultimo indice dei prezzi emerge un aumento del valore delle vendite dello 0,8%. Ma il prezzo delle case registra trend diversi in tutta Italia. Vi è un trend negativo nelle seguenti regioni:

  • Abruzzo (-1,4%);
  • Sardegna (-1,2%);
  • Trentino Alto Adige (-1,1%).

Abbastanza stabile invece l’Emila Romagna. Stessa situazione anche per la Basilicata (1,3%), Toscana (0,1%), Lombardia (0,7%) e Puglia (0,8%).

Prezzi in timido aumento in Liguria, Valle d’Aosta, Toscana e Lazio. Rimangono, però, economicamente vantaggiose le regioni: Sicilia, Molise e Calabria, dove i prezzi delle case hanno avuto un ribasso notevole.

Immobili: il mercato è fermo?

Lo scorso anno sono state compravendute circa 100mila abitazioni. Guardando la situazione annuale, ci si aspettano numeri notevolmente in flessione. A pesare fortemente sono stati i mesi di marzo ed aprile. Ma la situazione sembra stia andando pian piano riaprendosi, anche se le paure del domani possono frenare gli indecisi all’acquisto.

Quello che sembra è che il mercato sia fermo, ma non troppo. Timide riprese e continui stop & go. Agenzie immobiliari aperte, ma pochi clienti che possano andare in giro, causa restrizioni. Però, i clienti disposti agli spostamenti, nonostante tutto, rappresentano il più delle volte dei clienti, realmente interessati. Di conseguenza il mercato non è fermo, ma sicuramente si muove più a rilento del solito.

Immobili: tassi bassi e maggiori mutui

E’ certo che se i prezzi diminuiscono, il potenziale acquirente è più invogliato ad acquistare un immobile. Nessun problema se si ha a disposizione la somma richiesta del venditore. Ma se il cliente, ha bisogno di accedere al mutuo, questa variabile diventa molto importante.Secondo l’Osservatorio Mutui, sembra che in questi ultimi mesi il numero di richiedenti mutuo è aumentato, passando da 45% al 47%. E’ sicuramente un dato interessante.

Il motivo potrebbe risiedere sul fatto che i tassi sono ancora ai minimi.E questo potrebbe spingere, magari una giovane coppia, ad affrontare un mutuo. Siamo anche a fine anno, e di solito, le banche in questo periodo, sono più disposte a concedere il prestito per chiudere i loro budget. Visto che il sistema bancario europeo, prevede che vengano girati ai clienti, il denaro messo a disposizione alla Banca centrale.

Immobili: ma perchè si cambia casa?

Il Covid ha cambiato il mercato immobiliare. Perchè a fronte di un abbassamento generale dei prezzi degli appartamenti, si ha un particolare interesse per gli spazi esterni. La presenza di giardini o terrazzi, ha fatto aumentare il prezzo di quegli immobili di cui sono pertinenza.

Oltre a questo, si assiste ad uno spopolamento delle città, in favore delle prime periferie. Soprattutto, di quelle realtà che sono dotate di spazi verdi pubblici in prima possibilità. E comunque sia, molti di questi acquisti sono investimenti. Perchè, la casa è un bene fondamentale, che si sia proprietari o inquilini, un tetto sulla testa dobbiamo averlo tutti. Pertanto, è il momento di acquistare un immobile, perchè dopo forti crisi, ci sarà sempre una rapida ripresa.