Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

2
Mar 2020

Il latte di soia fa male alla tiroide, verità o falso mito? La risposta della medicina

Il latte di soia fa male alla tiroide, verità o falso mito? La risposta della medicina

Il latte di soia fa male alla tiroide? Sono molte le persone che credono in questo falso mito, anche se gli esperti hanno sottolineato più e più volte che non c’è nessuna relazione che lega il latte di soia con la tiroide.

Certamente, come sostengono i medici, il consumo di soia e quindi anche del latte di soia, sarebbe sconsigliato soprattutto per coloro che soffrono di “ipotiroidismo”, perché la soia e i prodotti a base di questo legume, a volte possono annullare l’effetto di alcuni farmaci per la tiroide.

In ogni caso sono molti i miti da sfatare riguardo questo argomento. Non si può affermare che il latte di soia faccia addirittura male alla tiroide, ma magari un uso molto frequente è sconsigliato. Rimane il fatto che questa bevanda ha una serie di vantaggi per l’organismo perché contiene:

  • calcio
  • ferro
  • potassio
  • fosforo
  • magnesio
  • vitamine del gruppo B, A, C
  • fibre

TI POTREBBE INTERESSARE: Cosa succede a chi mangia kefir tutti i giorni? Ecco la risposta

Un falso mito

Sostenere che il latte di soia faccia male alla tiroide è assolutamente sbagliato. Si tratta di un falso mito, anche se non mancano i numerosi studi che gli esperti hanno effettuato riguardo la relazione tra questa bevanda e tiroide.

Molti sostengono che possa interagire con alcuni farmaci e bloccarne l’uso, ma al momento non è stato accertato alcuno studio che dimostri che il latte di soia sia dannoso per il funzionamento tiroideo. La soia è un legume che contiene diverse vitamine, come quelle del gruppo A, B, C, ma anche diverse fibre, amminoacidi, fosforo, magnesio e calcio.

Oltre a queste componenti utili per l’organismo contiene però anche i flavonoidi, che hanno un potere antiossidante. La loro struttura a quella degli ormoni femminili chiamati “estradioli” e in più i flavonoidi vengono chiamati anche “isoflavoni”, ed appartengono al gruppo dei fitoestrogeni. Proprio questi possono avere un certo effetto sulla tiroide, ma ciò non significa che bere latte di soia possa addirittura “far male alla tiroide”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere due bicchieri di latte a colazione: ecco cosa succede al nostro organismo

I consigli

L’ideale, come consigliano gli esperti, sarebbe quello di non esagerare con i bicchieri di latte di soia. Gli studi svolti in merito dimostrano infatti che è sempre meglio mantenere un equilibrio con l’ingerimento di cibi che contengono soia o con il latte di soia. Sembrerebbe infatti che gli isoflavoni potrebbero attivare alcuni ormoni della tiroide e quindi alternarne l’effetto, ma questo non è accertato.

Ciò che sembrerebbe essere invece dimostrato è il fatto che la soia possa azzerare alcuni effetti di alcuni medicinali che vengono assunti da chi soffre di ipotiroidismo. Va anche sottolineato però che in questo caso si parlerebbe di non esagerare con la soia. Il latte di soia invece è solo un derivato dall’alimento principale, e quindi contiene sempre una percentuale minore rispetto al legume vero e proprio.

Anche se la moderazione è un consiglio fortemente sottolineato da parte dei medici, tuttavia l’ideale sarebbe anche chiedere al proprio medico curante se si può consumare la soia e soprattutto in quali quantità. Tale consiglio va richiesto soprattutto se si possiedono alcuni problemi di tiroide.

TI POTREBBE INTERESSARE: Perchè dovresti bere latte due volte al giorno? Ecco tutti i benefici