Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

22
Feb 2020

Cosa succede a chi mangia kefir tutti i giorni? Ecco la risposta

Cosa succede a chi mangia kefir tutti i giorni? Senza dubbio chi lo mangia tutti i giorni avrà molti più benefici rispetto a chi lo assume meno abitualmente.

Cosa succede a chi mangia kefir tutti i giorni? Senza dubbio si deve sottolineare che il kefir è una bevanda che contiene tantissimi benefici utili al corpo. Si tratta di una preparazione che sembra avere la stessa consistenza dello yogurt, simile ad esso anche nel colore, che è sempre bianco o color panna.

Si tratta però di un prodotto ottenuto dalla fermentazione del latte oppure dell’acqua, anche se il primo tipo di preparazione è più diffusa e anche più efficiente per apportare diversi benefici in tutto il corpo. Il nome originale è anche “chefir” e si tratta di un prodotto originario del Caucaso, zona in cui numerose persone lo consumano ancora oggi tutti i giorni. In tal caso, ci possono essere ancora più benefici per il proprio organismo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Verdura da mangiare cruda: ecco la migliore!

I benefici del kefir

Consumare il kefir tutti i giorni significa senza dubbio bere una sostanza molto nutriente, capace di apportare numerosi benefici in tutto il corpo. Si tratta infatti di una bevanda, anche se la sua consistenza rimane abbastanza densa, proprio come quella di uno yogurt. Per questo motivo, data la somiglianza con quest’ultimo, il kefir può essere consumato anche con l’aggiunta di cereali, frutta secca e soprattutto al mattino, proprio come uno yogurt.

Oltre a questo va detto che si tratta di un prodotto ottenuto dalla fermentazione del latte o addirittura dall’acqua, anche se le due preparazioni presentano sistemi differenti. Nel primo caso, sarebbe preferibile utilizzare il latte di pecora o di capra, molto più digeribile dall’intestino.

TI POTREBBE INTERESSARE: La maracuja fa dimagrire? Ecco la verità

Ma a cosa serve esattamente il kefir? I benefici che apporta riguardano soprattutto proprio i tratti intestinali, che ne vengono regolarizzati e soprattutto subiscono un vero e proprio giovamento. Il kefir non contiene lattosio, a meno che non venga preparato con il latte vaccino. Se però si usa quello di capra o pecora, diventa l’ideale anche per coloro che soffrono di intolleranza al lattosio. Si tratta di un prodotto importantissimo anche per regolare il corretto funzionamento del sistema renale, e non solo.

Le vitamine, le altre componenti e gli altri benefici

Le vitamine B, K ed E sono alcune delle componenti del kefir, precisamente quelle presenti in misura maggiore all’interno di questa bevanda bianca. Si tratta di vitamine che servono per rinnovare la salute delle cellule e aiutano a contrastare gli inestetismi della pelle, le rughe e anche i più comuni difetti, come ad esempio irritazioni e acne o punti neri.

Importantissimo però anche il triptofano, contenuto sempre nel kefir, che permette di migliorare la vista, il funzionamento intestinali e persino il sistema immunitario. Si tratta di un ottimo rimedio anche con alcuni fastidi molto comuni in gravidanza, come ad esempio la nausea.

TI POTREBBE INTERESSARE: Quanto mango si può mangiare al giorno? Ecco la risposta

I sali minerali contenuti in questa bevanda sono utili tra l’altro per riuscire ad aumentare le proprie energie, ma non solo. Questa speciale ricetta tipica del Caucaso è anche in grado di tenere a bada il colesterolo. Oltre a questo, può essere utilizzato anche per contrastare alcune infezioni che a volte possono provocare fastidi nei tratti urinali. Come si è visto, il kefir è quindi una bevanda ricchissima di benefici e berlo tutti i giorni può solo che essere positivo ed utile per mantenere un’ottima salute.