Autore: Paolo Marsico

24
Feb 2020

Forza Italia ritira gli emendamenti in materia di prescrizione

Il partito di Silvio Berlusconi, ha fatto sapere di essere disposto a ritirare gli emendamenti in questione per dare maggiore spazio a temi più importanti che in questi giorni riguardano il nostro paese

Forza Italia comunica che saranno ritirati gli emendamenti in materia di prescrizione, discussione che in questi giorni sta animando la scena politica, mostrando tutte le debolezze di una maggioranza sempre più scricchiolante su certi temi.

La nota di Forza Italia

In una nota, il parlamentare del partito guidato da Silvio Berlusconi, Enrico Costa, ha dichiarato che in questo momento non è giusto pensare a questioni del genere, e che è giusto mettere da parte i temi che dividono, considerato che oggi, il Parlamento ha purtroppo altre priorità.

In Commissione Giustizia, alla Camera, sono circa duecento gli emendamenti al dl intercettazioni, per il provvedimento per il quale si è già votata la fiducia in Senato, e che è atteso nella giornata di oggi alla Camera.

La discussione che in questi giorni aveva contribuito come anticipato, ad alcune frizioni soprattutto in maggioranza con Italia Viva in netto contrasto con gli alleati di governo.

Le reazioni

Forza Italia, ha di fatto espressamente richiesto che il provvedimento possa essere accantonato per dare maggiore attenzione al decreto Coronavirus. Le reazioni in merito alla richiesta del partito di centrodestra non si sono fatte attendere, ed infatti il Movimento Cinque stelle ha commentato la richiesta come presuntuosa.

"E’ giusto andare avanti con il lavoro della commissione proprio per il senso di responsabilità a cui le opposizioni si stanno appellando, magari anche evitando gli ostruzionismi – ha dichiarato il deputato del Partito Democratico Walter Verini - in commissione Giustizia alla Camera ha replicato alle opposizioni che hanno chiesto uno stop dei lavori sul dl intercettazioni alla luce dell’emergenza coronavirus”. Verini, ha inoltre ribadito che tutte le commissioni saranno al lavoro, sottolineando il fatto che non è stata la maggioranza a fare della prescrizione un tema cruciale, ma proprio l’opposizione che adesso sembra volerla momentaneamente accantonare.