Autore: Rita Parisi

Coronavirus

19
Mar 2020

Covid-19 Campania, in arrivo i primi contingenti dell’Esercito: ecco i dettagli

Il Covid-19 continua la sua diffusione anche in Campania dove il governatore Vincenzo De Luca aveva già recentemente annunciato di aver chiesto al Governo il supporto dell’Esercito per monitorare il territorio. In particolare, il numero uno di Palazzo Santa Lucia aveva puntato il dito contro coloro che non rispettano il decreto governativo e vengono sorpresi per strada senza un valido motivo.

Per arginare questo fenomeno, De Luca aveva dichiarato: “Ho avuto un colloquio telefonico con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Vi sarà il contributo delle Forze Armate nei controlli per il rispetto delle ordinanze che hanno l’obiettivo del contenimento del contagio da Covid-19, e ciò avverrà nelle aree che di volta in volta verranno individuate e segnalate nella nostra regione. Sarà un contributo importante, con grande misura ed equilibrio, ma anche con determinazione. Non è possibile estendere il servizio all’intero territorio italiano, ma vi sono aree in cui è necessario dare un segnale di fermezza e anche di repressione rispetto a comportamenti irresponsabili”.

Coronavirus in Campania, De Luca spiega come verrà impiegato l’Esercito: “Saranno impegnate 100 unità per questa prima fase”

Poche ore fa, il governatore De Luca ha annunciato: “Alcuni contingenti dell’Esercito sono in arrivo in Campania per affiancare le Forze dell’Ordine nei controlli sul territorio necessari per il rispetto dei divieti sanciti dalle ordinanze nazionali e regionali. Complessivamente saranno impegnate 100 unità per questa prima fase. Poi si procederà a una programmazione più organica. Ho ricevuto comunicazione, a tal riguardo, questa mattina dal Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.” Il governatore ha spiegato che a breve si riunirà il Comitato per l’ordine e la Sicurezza pubblica con i Prefetti della Campania interessati con l’obiettivo di “definire nei dettagli l’organizzazione della missione”.

Covid-19 Campania, in affanno l’ospedale Moscati di Avellino e l’ospedale di Ariano Irpino, De Luca chiede un intervento urgente

Le criticità nel contenimento dell’emergenza Coronavirus in Campania, tuttavia, non si limitano solo al controllo del territorio e all’individuazione di chi non rispetta le ordinanze, bensì anche alle strutture sanitarie che iniziano a vacillare e appaiono in affanno.

De Luca ha infatti comunicato di aver chiesto “un intervento di estrema urgenza per l’ospedale Moscati di Avellino e per l’ospedale di Ariano Irpino. Si registrano inaccettabili attese per le ambulanze al Moscati e gravi difficoltà al presidio di Ariano Irpino. È stato disposto un intervento ad horas per affrontare e risolvere ogni criticità esistente e per l’assunzione di nuovo personale con immediata verifica sull’organizzazione dei servizi.”

Intanto, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noto l’ultimo bollettino relativo al numero dei contagiati che è salito a 641 proprio quando la Regione ha annunciato l’acquisto di «test rapidi» e kit riservati nella prima fase al personale sanitario per monitorare i contagi.