Autore: Rita Parisi

Covid-19 Campania, aggiornamenti: le province più colpite, De Laurentiis: “Il calcio tornerà”

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis ha scritto un’accorata lettera di incoraggiamento ai tifosi.

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso il consueto bollettino relativo ai contagi da Covid-19, ecco il punto alle ore 23.59 di ieri con i positivi in Campania ripartiti per province:

  • Totale positivi: 3.670
  • Totale tamponi: 36.770
  • Totale deceduti: 248
  • Totale guariti: 360 (di cui 248 totalmente guariti e 112 clinicamente guariti)

Il riparto per provincia:

  • Provincia di Napoli: 1.932 (di cui 784 Napoli Città e 1148 Napoli provincia)
  • Provincia di Salerno: 541
  • Provincia di Avellino: 401
  • Provincia di Caserta: 381
  • Provincia di Benevento: 156
  • Altri in fase di verifica Asl: 259

Covid-19 Campania, il presidente del Napoli scrive una toccante lettera ai napoletani

Intanto, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis ha scritto sul sito ufficiale del club, un’accorata lettera a tutti i tifosi augurando loro una buona Pasqua e dichiarando che presto anche il calcio tornerà: “So che il calcio vi manca, ma presto tornerà anche quello. Sto lavorando per una ripresa che sia veloce nella sicurezza della salute di tutti", ha spiegato. De Laurentiis, sul sito ufficiale del Napoli, ha scritto: «Cari tifosi del Napoli, cari napoletani e appassionati di calcio. Sono auguri diversi dal solito quelli che mi appresto a farvi. E’ una Pasqua strana quella che stiamo vivendo. Siamo tutti chiusi nelle nostre case per combattere un nemico terribile e subdolo. Quasi tutte le attività sono sospese. Il calcio è fermo da un mese e mezzo e non sappiamo quando potrà riprendere. Tanti ci hanno lasciato e lo hanno fatto senza poter nemmeno riabbracciare per l’ultima volta i loro cari. E tanti sono ancora in difficoltà. Penso a chi è in terapia intensiva, penso al personale medico che sta combattendo una battaglia difficilissima. E penso a tutti quelli che sono stati colpiti economicamente da questa pandemia. Ma penso anche che riusciremo a uscirne, non senza difficoltà, ma ci riusciremo».

Coronavirus Campania, De Luca tiene chiuse le librerie e le cartolerie

Il presidente del Napoli, De Laurentiis, tuttavia, nonostante l’emergenza Coronavirus e il difficile momento in cui versa l’Italia, ha comunque deciso di diffondere un messaggio di speranza e ha concluso: «Non dico che tutto tornerà a essere come prima, perché molte cose, molti nostri atteggiamenti non andavano bene, ma sono sicuro che le nostre vite potranno, un giorno, essere anche migliori. Dal profondo del cuore vi faccio i più sentiti auguri di buona Pasqua. Ce la faremo».

Intanto, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha deciso di tenere ancora chiuse librerie e cartolerie fino al 3 maggio e ha disposto giorni e orari prestabiliti per l’apertura dei negozi di abbigliamento per bambini e neonati, a dispetto del decreto Governativo che dal 14 aprile consente a queste attività la piena ripresa su tutto il territorio nazionale. De Luca, tuttavia, ha sottolineato che l’Unità di crisi regionale ha segnalato che risultano: «diffusi sul territorio nuovi e diversi cluster familiari e locali, presumibilmente originati dalla inosservanza delle misure di distanziamento sociale prescritte, che destano notevoli preoccupazioni per il potenziale allargamento degli attuali focolai», motivo per il quale librerie e cartolerie resteranno serrate.