Autore: Rita Parisi

Coronavirus

Covid-19 Campania, aggiornamenti: ecco le province più colpite, novità importanti per l’edilizia

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso l’ultimo bollettino circa i contagi da Coronavirus nel territorio campano.

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noti i nuovi dati circa i contagi da Coronavirus in Campania:

  • Totale positivi: 3.604
  • Totale tamponi: 35.448
  • Totale deceduti: 242
  • Totale guariti: 305 (di cui 235 totalmente guariti e 70 clinicamente guariti)

Il riparto per provincia:

  • Provincia di Napoli: 1.871 (di cui 779 Napoli Città e 1092 Napoli provincia)
  • Provincia di Salerno: 536
  • Provincia di Avellino: 400
  • Provincia di Caserta: 375
  • Provincia di Benevento: 156
  • Altri in fase di verifica Asl: 266

Covid-19 Campania, De Luca annuncia quando riprenderanno le attività edili

Intanto, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato un’importante novità per le attività legate all’edilizia e ha indicato quando potranno riprendere: “In relazione alle attività edili, abbiamo verificato con attenzione il calendario. È evidente che, per ragioni organizzative delle imprese, i cantieri potrebbero aprire non prima del 20 aprile, ma dovrebbero chiudere dopo pochi giorni, per il fine settimana del 25/26. Per la settimana successiva, sarebbe possibile l’attività da lunedì 27 a giovedì 30. Insomma, ci sarebbero solo pochi giorni utili per una attività comunque a singhiozzo. Riteniamo allora che sia ragionevole una ripresa subito dopo il 3 maggio – ha spiegato il numero uno di Palazzo Santa Lucia - Intendiamo utilizzare questi giorni per un incontro operativo con l’Associazione dei costruttori, per definire con la task force della Regione, tutte le procedure di tutela sanitaria del personale, per le quali si darà tutto l’aiuto necessario. Possiamo utilizzare questo breve periodo per far sì che l’attività lavorativa possa partire in pieno, senza ulteriori preoccupazioni, e senza dover magari richiudere il cantiere per la presenza di personale contagiato. Siamo sicuri che queste valutazioni possano trovare la comprensione e la condivisione del mondo imprenditoriale. Dobbiamo ripartire pienamente ma senza poi fermarci per strada.” E sulle attività legate alla balneazione ha annunciato che: “Sarà inoltre programmato un analogo incontro con gli imprenditori balneari”.

LEGGI ANCHE: Nuovo decreto e nuove aperture dopo il 20 aprile, la task force al lavoro

Coronavirus Campania, mascherine obbligatorie per tutti

Nei giorni scorsi De Luca aveva già annunciato che in previsione della Fase 2, appena la Regione si doterà del numero di mascherine sufficienti, ne renderà obbligatorio l’uso consentendo anche a supermercati e tabaccherie di venderle a prezzi dimezzati. Il governatore, inoltre, ha anche potenziato i controlli del territorio nelle giornate di Pasqua e Pasquetta: “Quella di quest’anno sarà una Pasqua che ricorderemo tutti quanti – ha dichiarato - Inutile nascondere che saranno giorni complicati, ma dobbiamo stringere i denti ed evitare atti di irresponsabilità: andare in giro è vietato, fatta eccezione che per le attività essenziali e le prime necessità. Sono sospese tutte le manifestazioni religiose. Dobbiamo seguire l’esempio straordinario di Papa Francesco che, celebrando messa in una Piazza San Pietro vuota, sta lanciando un messaggio chiaro a tutti. Bisogna rispettare le regole e vivere anche i momenti di fede a casa. In queste ore stiamo lavorando per scongiurare il pericolo di rientri dal Nord verso la Campania e tutto il Sud. Sono presenti controlli ai caselli autostradali e nelle stazioni ferroviarie. I controlli saranno rigorosi: la mobilità non è consentita”.