Autore: Giada Fiordaliso

Coronavirus

6
Mar 2020

Coronavirus i nuovi numeri e l’ipotesi proroga scuole

Coronavirus i nuovi numeri e l’ipotesi proroga scuole

Il Coronavirus ad oggi, 5 Marzo 2020, risulta aver infettato ben 91 paesi del mondo. L’Italia stando ai numeri comunicati ieri sera, presenta 414 guariti, 148 morti e 3296 contagi totali. Ora è stato reso noto che anche un membro del Vaticano è risultato positivo al test.

Per ora le sedi vaticane sono sottoposte ad igienizzazione, e si attendono ulteriori aggiornamenti in merito. Nel frattempo già da ieri è iniziata a circolare l’ipotesi di una possibile proroga del periodo di chiusura delle scuole. Polemica anche per la mancanza di fondi per la sanità e per la ricerca, cosa che però il Governo sta cercando di risolvere.

I nuovi numeri

Stando a quanto riportato ieri, secondo i nuovi numeri stimati, il virus ha causato la morte di altre persone, tanto che in Italia i decessi sono arrivati a 148 morti. Il numero di guariti è salito a 414, mentre il totale dei contagiati è di 3296. Per ora si stanno aspettando gli aggiornamenti relativi alla giornata di oggi, 5 marzo 2020.

Come hanno dichiarato anche il Governo, nonché gli scienziati e il personale sanitario, che sta combattendo in prima linea il virus, sembrerebbe che questa sia una settimana decisiva per riuscire a capire se le misure che sono state adottate siano effettivamente utili oppure se c’è bisogno di adottare nuove disposizioni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, due navi sono state bloccate a Napoli e nelle Filippine

Un caso in Vaticano

Il tampone effettuato giorni fa sul Papa è risultato negativo, eppure anche in Vaticano ormai c’è un caso di Coronavirus, che a quanto pare riguarda un lavoratore del FAS. I dettagli in merito però si stanno ancora attendendo, anche perché per ora si sa soltanto che le autorità hanno stabilito di igienizzare tutti i luoghi frequentati dalla persona contagiata, nonché tutte le sedi papali.

Per ora intanto il Papa ha dovuto sospendere anche alcuni suoi incarichi, come la trasferta che era prevista in questi giorni ad Ariccia. Il suo raffreddore però continua da circa una settimana, anche se per fortuna Sua Santità non è rimasto colpito dal Covid-19 e non lo ha contratto.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Trump accusa l’OMS di diffondere dati falsi

Possibile proroga chiusura scuole

Per ora il Governo ha stabilito che proprio da oggi fino al 15 marzo rimangano chiuse tutte le scuole, di ogni ordine e grado. Chiuse anche tutte le attività attinenti: corsi, attività di tutorato. Solo le lezioni online e le lauree svolte in modalità telematica sono ammesse. Nonostante per ora sia ufficiale la data di riapertura delle scuole prevista per il 16 marzo, sul web già inizia a girare la voce di una possibile proroga del periodo di chiusura di Università e scuole.

Sembrerebbe infatti che il Governo stia ipotizzando di lasciarle chiuse per un periodo più lungo. Per ora l’unica soluzione è quella di abbassare il numero dei contagiati, nonché il numero di morti. Questa, come accennato, è una settimana decisiva: se i dati numerici dimostreranno che l’epidemia è “passata” e che l’apice è stato raggiunto, allora si può sperare in un miglioramento.

Se però il numero dei contagiati dovesse salire, molto probabilmente si ipotizza che le scuole rimarranno chiuse per più tempo. Per ora però non c’è nulla di ufficiale: il ragionamento appena descritto rimane un’ipotesi e si devono solo attendere le comunicazioni ufficiali da parte del Governo, per capire se la data del 15 marzo sarà prorogata o meno. Per ora si spera che il Covid-19 termini qui la sua epidemia e il suo avanzamento.