Autore: Stefano Calicchio

Crisi economica

Coronavirus, Di Maio (M5S): “un flagello con un impatto devastante”

Il nuovo allarme del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sul Coronavirus davanti alle Commissioni Esteri di Camera e Senato, rispondendo sulle conseguenze del Coronavirus per le relative competenze governative.

Arrivano nuove dichiarazioni da parte del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, chiamato a fare il punto della situazione nel pomeriggio di oggi davanti alle Commissioni riunite di Camera e Senato per quanto concerne l’attività del proprio Ministero. Durante il confronto l’esponente del Movimento 5 Stelle ha fatto ricorso a parole gravi, esprimendo tutta la propria preoccupazione riguardo agli eventi in corso.

Secondo quanto evidenziato dall’esponente dell’esecutivo, “il dramma del Coronavirus sta sconvolgendo il mondo intero”. Riferendosi poi alla situazione in Italia, Di Maio ha sottolineato che “nel nostro Paese ha colpito con impatto particolarmente devastante” rappresentando “un flagello sanitario ed economico allo stesso tempo”. A tal proposito, “le donne e gli uomini della Farnesina si sono immediatamente mobilitati, su tutti i fronti, come sempre al servizio degli italiani”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, Banca d’Italia lancia un nuovo allarme: rischio di forte aumento delle sofferenze bancarie

Di Maio sul Coronavirus: il Ministero lavora per attutire le conseguenze di Covid-19 e agevolare la ripartenza

Dal punto di vista operativo, l’attività che sta portando avanti la Farnesina riguarda soprattutto i compiti necessari per fare fronte all’emergenza, al fine di “attutirne le dolorose conseguenze e contribuire alla ripartenza”, nella speranza che questa possa avvenire il prima possibile. D’altra parte, i compiti che si deve assumere il ministero in questo contesto sono numerosi.

A partire dalla necessità di “facilitare il rientro dei nostri connazionali dall’estero”, oltre che dalla necessità di trovare il materiale di tipo medico e sanitario, organizzandone il relativo trasporto. Tra le incombenze vi è inoltre la necessità di “favorire l’arrivo di aiuti internazionali e sostenere le imprese italiane che operano all’estero” attraverso l’impiego di “misure concrete a sostegno dell’internazionalizzazione”.

TI POTREBBE INTERESSARE: La Fieg chiede all’Agcom la sospensione di Telegram: ecco perché