Chi è Rex Tillerson, il nuovo Segretario di Stato USA scelto da Trump

Il neo Presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha nominato come Segretario di Stato, Rex Tillerson CEO della compagnia petrolifera Exxon Mobil

Il neo presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scoperto le carte annunciando la nomina di Rex Tillerson a Segretario di Stato, terza carica in ordine di importanza nel governo statunitense dopo Presidente e Vice-Presidente. Speculazioni sulla nomina di Tillerson circolavano ormai da diversi giorni, ma l’annuncio dato dal presidente Trump, il cui mandato inizierà ufficialmente il prossimo 20 gennaio 2017, ha comunque lasciato sorpresi e contrariati un po’ tutti. A sollevare perplessità sono stati in particolar modo due motivi: la scarsa esperienza politica di Tillerson e la sua vicinanza personale e commerciale con la Russia, in particolare con il presidente Vladimir Putin, motivo di forte imbarazzo per molti membri del partito Repubblicano.

Chi è Rex Tillerson, futuro Segretario di Stato degli Stati Uniti?
Nato in Texas nel 1952, Rex Tillerson è laureato in ingegneria civile all’Università del Texas e dal 2006 è CEO della compagnia petrolifera Exxon Mobil. Tillerson era entrato in Exxon nel 1975 come ingegnere di produzione, per poi arrivare a ricoprire l’incarico di dirigente della produzione americana, di responsabile della divisione yemenita ed infine delle attività della multinazionale del petrolio in Russia. Proprio grazie a quest’ultima esperienza il neo Segretario di Stato ha avuto modo di stringere rapporti professionali e personali con l’ex funzionario del Kgb russo e attuale presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, tanto che nel 2013 questo gli riservò l’Ordine dell’Amicizia (onorificenza assegnata dal presidente a stranieri che hanno buoni e forti legami con la Russia).

La vicinanza tra Tillerson e il leader del Cremlino aveva sollevato sin da subito perplessità e critiche sia da parte di membri del Partito Democratico, sia da quelli del Partito Repubblicano, che ne avevano messo in dubbio l’eventuale nomina a Segretario. Tuttavia Donald Trump martedì ha rotto ogni indugio, scansando le voci che volevano come candidati più adeguati al ruolo di Segretario l’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, l’ex candidato repubblicano alla presidenza Mitt Romney e l’ex generale dell’esercito degli Stati Uniti David Petraeus.

Non è comunque certo che Rex Tillerson riesca ad ottenere la carica di Segretario di Stato. Affinché questo si realizzi la sua nomina dovrà infatti essere confermata con un voto dal Comitato delle Relazioni Estere del Senato, ma secondo alcune indiscrezioni in quella sede alcuni senatori repubblicani potrebbero rifiutarsi di votarlo. In tal caso, con il voto contrario dei democratici, basterebbe un solo voto negativo dei repubblicani per portare il voto sulla conferma di Tillerson in Senato, dove la maggioranza dei Repubblicani è molto sottile e precaria.

Quali sono le principali funzioni del Segretario di Stato degli Stati Uniti?
Il Segretario di Stato è la terza carica in ordine di importanza del governo americano. Membro del gabinetto del Presidente degli Stati Uniti, il Segretario è a capo del Dipartimento di Stato che tra i compiti di maggiore importanza ha: il coordinamento della politica estera, l’assistenza ai cittadini americani che si trovano all’estero, la raccolta di informazioni rilevanti sui paesi esteri volti all’interesse della giustizia statunitense, la coordinazione di programmi di aiuto umanitario. Nei due ultimi mandati targati Obama la carica di Segretario di Stato è stata ricoperta rispettivamente da Hillary Clinton e John Kerry.