Chi è Donatella Tesei, la vincitrice delle elezioni Umbria 2019

Scopriamo chi è Donatella Tesei, la nuova governatrice del centro destra incoronata dai risultati delle elezioni Umbria 2019.

I risultati delle Elezioni Umbria 2019 parlano chiaro: Donatella Tesei è la nuova governatrice della regione. L’esponente del centrodestra (formato da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) batte con un margine di oltre 20 punti percentuali Vicenzo Bianconi, il candidato del centro sinistra (composto da Pd, Movimento 5 Stelle e Leu). Ma scopriamo chi è Donatella Tesei, la candidata voluta fortemente da Matteo Salvini.

Chi è Donatella Tesei: da avvocato a sindaca di Montefalco

Classe 1958, originaria di Foligno, sposata e madre di due figli: è Donatella Tesei. Dopo la laurea in giurisprudenza presa all’Università degli Studi di Perugia, si iscrive all’albo dei praticanti procuratori avvocati di Spoleto dal 1982 , poi all’albo dei procuratori legali di Spoleto nel 1984 e infine all’albo cassazionisti nel 1999. Fa per anni l’avvocato cassazionista, ma svolge anche l’incarico di Vice Pretore Onorario presso la Pretura di Montefalco e poi presso la pretura Circondariale di Spoleto per altri 8 anni.
Nel 2009 diventa sindaco di Montefalco. Si candida nella lista Gruppo Montefalco di centro-destra e vince con 1561 voti. Nel 2014 viene riconfermata aumentando il consenso fino al 62,8%. Poi avviene un svolta importante per la sua carriere politica, si avvicina alla Lega.

Chi è Donatella Tesei: da senatrice leghista a governatrice dell’Umbria

Nel 2018 viene eletta come senatrice leghista nel collegio uninominale di Terni e, successivamente, diventa presidente della IV Commissione permanente Difesa del Senato. Nel settembre 2019 viene scelta da Matteo Salvini come candidato per le elezioni regionali dell’Umbria 2019. Viene sostenuta da una coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, dalle liste civiche Umbria civica e Tesei presidente e anche da Cambiamo, il partito fondato da Giovanni Toti che però non si presenta alle elezioni.

Durante la campagna elettorale, viene accusata ripetutamente da Di Maio e da Zingaretti di aver amministrato male Montefalco e di aver lasciato un buco nel bilancio del comune di 1, 6 milioni di euro dopo il suo mandato da sindaca. Tuttavia, il 27 ottobre esce trionfatrice dalle elezioni regionali in Umbria.

Viene eletta presidente della Regione Umbria con il 57,5% dei voti, dà uno stacco di circa 20 punti percentuali al suo avversario Vincenzo Bianconi, candidato della coalizione del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle, che totalizza solo il 37,5%. Le sue prime parole da governatrice sono:

Dobbiamo ridare futuro a questa regione partendo dal lavoro e dall’economia. Ci sarà una squadra all’altezza per gestire questo compito. Lo faremo con forza e serietà