Autore: Liliana Terlizzi

Rai

Caso Detto Fatto, Bianca Guaccero rompe il silenzio dopo le polemiche

Bianca Guaccero, conduttrice di «Detto Fatto» ha parlato a poche ore di distanza dalla bufera mediatica nei confronti del suo programma e, in particolare, del tutorial su «come fare la spesa».

Nelle ore immediatamente precedenti alla morte di Diego Armando Maradona il popolo italiano del web stava discutendo animatamente di una serie di video diventati virali.

La polemica del mercoledì

Rai Due, martedì pomeriggio: va in onda “Detto Fatto”, programma condotto da Bianca Guaccero. Durante la trasmissione a un certo punto compare la ballerina Emily Angelillo, che spiega al pubblico all’ascolto “come fare la spesa” e si concentra sui dettagli da non trascurare per sembrare sensuale.

Il video è andato in onda martedì ma solo nel pomeriggio di mercoledì milioni di italiani si sono accorti di quell’episodio tanto discusso.

Una volta intuito che alla stragrande maggioranza dei telespettatori quel siparietto non era piaciuto, molti VIP, politici, giornalisti e commentatori da social hanno attaccato duramente il programma e la sua conduttrice.

La Rai ha usato il pugno duro: “Detto Fatto” risulta sospeso per i prossimi giorni ma l’ipotesi che venga cancellato è tutt’altro che remota.

Parla Bianca Guaccero

Nel tardo pomeriggio di ieri è arrivato l’intervento più atteso, quello della «padrona di casa» Bianca Guaccero.

In un post su Instagram la conduttrice spiega: “Sono una donna, una mamma single e ho sempre difeso la categoria che difendo. Ho sempre lavorato proponendo di me un’immagine molto lontana da quella della donna oggetto. Ma sono la conduttrice di un programma, quindi mi prendo parte della responsabilità di ciò che è accaduto. Chiedendo scusa a tutti, per la superficialità con cui è stata gestita questa situazione da parte di tutta la nostra squadra"


«Sono certa della buona fede del gruppo autorale che lavora da mesi
- prosegue - cercando di confezionare, con grandissima fatica, un programma dignitoso e allegro nonostante tutte le difficoltà della situazione pandemica che stiamo vivendo»

"Il tutorial in questione, doveva aderire a dei toni comici e surreali, da non prendere sul serio, ma che stavolta ci sono venuti male. Perciò mi scuso io a nome di tutta la mia squadra, con tutte quelle persone che si sono sentite colpite da questo triste siparietto. Come sempre ho fatto nella mia vita, mi adopererò affinché tutto questo non succeda mai più”.