Autore: Annarita Faggioni

Zaia minaccia nuova ordinanza per il CoVid-19

Il Governatore del Veneto annuncia il ritorno delle misure restrittive perché è aumentato il rischio di contagio in Regione

Il Governatore del Veneto Luca Zaia guarda con preoccupazione all’aumento dell’indice di rischio per il CoVid-19 in Regione Veneto.

Quindi, ora Zaia vuole fare una stretta nel territorio Veneto. Infatti, ha annunciato un’ordinanza che potrebbe far ripiombare la Regione al periodo del lockdown.

Luca Zaia: cosa ha detto

"Sta accadendo quello che vi avevo preannunciato: siamo passati da rischio basso a rischio elevato, l’R0 è risalito a 1,63. Eravamo a 0,43".

Così ha dichiarato Zaia in conferenza stampa a Il Secolo XIX. In più, il presidente della Regione spiega di non sapere con chi complimentarsi per questo risultato. Infatti, nei giorni scorsi, Luca Zaia aveva chiesto ai veneti maggiore aderenza alle regole.

Per il Governatore, evitando di usare la mascherina, fare assembramento e pensare che il virus sia un’invenzione porterà inevitabilmente a un aumento dei contagi. Infine, Zaia si rivolge a chi ritiene che il problema riguardi solo gli anziani o alcune fasce sociali.

La preoccupazione è che in Veneto ci si debba preoccupare più di «quando» ritornerà la pandemia e non «se» tornerà.

Luca Zaia: la decisione

Quindi, la decisione del Governatore del Veneto è chiara: rimettere le misure restrittive quanto prima, probabilmente già a partire da lunedì.

In più, ad allarmare c’è anche chi rifiuterebbe tamponi e ricovero. Infatti, secondo Zaia, ci sarebbe una persona che, di ritorno dalla Serbia lo scorso 25 giugno, si sarebbe rifiutata di farsi ricoverare dopo un tampone risultato positivo.

Quindi, ora il Presidente della Regione Veneto starebbe pensando a un ricovero coatto o forzato, per venire incontro alle esigenze di pubblica sicurezza. La reazione di Zaia arriva dopo che i dati degli ultimi giorni sono stati più elevati della media in Veneto.

In più, a rischio non c’è solo la salute: riparte il turismo e la voglia di normalità è tanta, non solo in Veneto. Non si possono, però, correre rischi se non ci sono dati che possano garantire una certa soglia di sicurezza all’interno del territorio.

Ci sarà la chiusura di tutto?

Non è detto. Infatti, Luca Zaia non ha parlato di chiudere tutti i negozi, ma solo di garantire misure più stringenti visti gli ultimi dati. La Regione Veneto è passata da R 0,43 a R 1,63.

Un rischio troppo alto per passare inosservato per Zaia, che ha anche deciso di svolgere la conferenza stampa con un numero minimo di persone e mettendo il video anche sulla sua pagina Facebook per parlare direttamente ai veneti.

La conferenza di Zaia è durata circa un’ora e ha ottenuto circa 1500 condivisioni da parte dei veneti. All’inizio della conferenza, Zaia ha dato i dati regionali per quanto riguarda il CoVid-19 e poi è passato all’annuncio della nuova ordinanza.

Quindi, l’obiettivo è evitare di dover chiudere tutto, ma anche cercare di evitare che l’indice R non aumenti per via di comportamenti sbagliati.