Autore: Antonio

Salute

23
Gen

Virus cinese, paura per un caso sospetto: è in Puglia

Primo sospetto di virus cinese in Italia.

Il virus cinese colpisce purtroppo sempre più persone. Salgono a 616 i casi di polmonite da coronavirus accertati in Cina e a 25 i decessi. Sale la paura e la prevenzione e la paura in tutto il mondo.

Per quanto riguarda i sintomi, gli esperti parlano di febbre, tosse, difficoltà respiratorie e, in alcuni casi più gravi, di un’infezione che può degenerare, causando polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e anche la morte. Entrando più nello specifico, i medici sottolineano come i coronavirus umani comuni di solito possano essere causa scatenante di malattie del tratto respiratorio superiore da lievi a moderate, come il comune raffreddore, della durata di pochi giorni. I sintomi, in questo caso, possono includere naso che cola, mal di testa, tosse, gola infiammata, febbre e più in generale una sensazione diffusa di malessere.

Un caso sospetto di corona virus a Bari

Il primo caso sospetto in Italia si è verificato oggi. Si tratterebbe di una cantante proveniente da un tour a Wuhan, città all’origine dell’infezione. Nelle scorso ore, dal Policlinico hanno precisato che nelle scorse ore è stata segnalata “la sospetta infezione da coronavirus 2019-nCov. Sono state adottate tutte le procedure di prevenzione previste. La paziente si trova attualmente in isolamento respiratorio e da contatto presso il reparto di malattie infettive e sta ricevendo le cure necessarie in attesa di conoscere gli esiti degli esami diagnostici di conferma”.

Foto: nonsprecare