Verona: prima della somministrazione ruba il certificato vaccinale e scappa

Un uomo è fuggito via dal centro vaccinale dopo aver avuto il documento di avvenuta registrazione. Le autorità hanno provveduto ad annullarlo pochi minuti dopo.

L’obbligo di Green Pass sui luoghi di lavoro ha dato una spinta decisa alla campagna vaccinale nel nostro paese.

Il Green Pass sul luogo di lavoro

Proprio negli ultimi dieci giorni i centri vaccinali del nostro paese hanno visto un aumento (seppur contenuto) del flusso umano. Si tratta in maggior parte di lavoratori che vogliono evitare di ‘andare avanti’ con Green Pass ottenuti tramite tamponi.

Un episodio singolare è avvenuto a San Bonifacio in provincia di Verona, a dimostrazione che alcuni scettici nei confronti del vaccino sono disposti a compiere atti oggettivamente clamorosi.

I fatti di San Bonifacio

Un uomo, di cui non sono state rese note le generalità, si è presentato senza prenotazione al Palaferroli, hub vaccinale del comune veronese, per la sua prima dose del farmaco.

Dopo l’accettazione, ha fatto l’anamnesi con i medici, che gli hanno rilasciato il certificato alla registrazione. Pochi istanti prima che arrivasse il turno per la vaccinazione, il soggetto in questione ha annunciato al personale presente che si sarebbe assentato per pochi minuti, dirigendosi verso il bagno.

Dopo alcuni minuti, i volontari della Protezione Civile si sono resi conto che l’uomo era scappato. Questi, a quanto pare, avrebbe usato il bagno per i disabili, l’unico provvisto di finestra, per fuggire dal centro vaccinale con il prezioso foglio.

All’atto della registrazione, l’uomo aveva anche lasciato i propri dati anagrafici, che sono stati prontamente inviati alle forze dell’ordine, le quali hanno provveduto a identificarlo e a ordinare l’annullamento della vaccinazione.

Stando a quanto riportato da TGCOM, nei giorni scorsi in molti centri vaccinali della penisola sono accaduti episodi controversi. Alcune persone avrebbero provato a corrompere i dipendenti delle ASL con denaro in cambio di un attestato di vaccinazione senza puntura.

Altri avrebbero insistito per ottenere un’esenzione senza un valido motivo. Per prevenire condotte illecite, negli ultimi giorni i controlli di polizia nei pressi dei centri vaccinali da Nord a Sud sono stati rafforzati.