Vaccino Covid Italia, Bassetti: «Abbiamo sbagliato tutto, peggior campagna vaccinale del mondo»

 Vaccino Covid Italia, Bassetti: «Abbiamo sbagliato tutto, peggior campagna vaccinale del mondo»

L’infettivologo del San Martino di Genova è intervenuto nel corso della trasmissione L’aria che tira di La7 dicendosi “molto arrabbiato”.

È un Matteo Bassetti molto contrariato quello che, nel corso de L’aria che tira di La 7, manifesta tutto il suo sdegno verso lo status delle cose. Nel mirino c’è la gestione della questione vaccino Covid in Italia. «Sono molto arrabbiato» ha ammesso l’infettivologo del San Martino di Genova, prima di puntualizzare ogni aspetto della sua critica.

Vaccino Covid e la relazione con la terza ondata secondo Bassetti

All’orizzonte c’è quella che alcuni hanno già definito terza ondata Covid. «La prima - ha puntualizzato il medico - è stata colpa del virus che ci ha colto alle spalle, la seconda è un po’ colpa nostra. Questa è tutta colpa di una campagna vaccinale scellerata. È la peggior campagna vaccinale sicuramente del mondo quella italiana».

Matteo Bassetti ha rivelato che non avrebbe immaginato di trovarsi nuovamente di fronte a numeri come quelli che l’epidemia sta tornando a mostrare. Stavolta, però, il medico è convinto del fatto che si potesse fare di più. «Se avessimo - ha detto - lavorato diversamente sui vaccini, oggi potevamo dire che il tributo che pagherà l’Italia si poteva non pagare».

L’infettivologo Matteo Bassetti cita altri errori

Nelle idee dell’infettivologo il modo in cui la questione vaccino è stata affrontata sul territorio italiano è all’ultimo posto mondiale per «idea», «gestione» e «scienza». "Non trovo - ha dichiarato - un voto sopra il 4 alla nostra campagna vaccinale”. «Noi abbiamo sbagliato tutto».

Bassetti, tra gli errori citati, pone il focus sulla mancanza di un adeguato sforzo comunicativo e informativo tra ottobre e novembre. «Abbiamo sbagliato - ha aggiunto - a non andare a guardare fuori dall’Europa per avere dosi di vaccino. Ci siamo trincerati dietro l’Europa pensando che risolvesse i nostri problemi, quando i grandi paesi europei già lo facevano».

Poi rivolgendosi a Myrta Merlino rivela un retroscena relativo al vaccino russo Sputnik e all’ente regolatorio europeo. «Lei sa - ha detto il medico - chi ha presentato la richiesta di approvazione all’Ema per il vaccino russo? Un’azienda farmaceutica tedesca, non l’hanno mica presentata i russi».

«Noi - ha incalzato - non abbiamo capito niente. Non abbiamo avuto quello che si sarebbe dovuto avere: un pochino di coraggio, pochissimo coraggio. Anche nell’approvazione dei farmaci».

Vaccino Covid, Bassetti parla di risultati pessimi su tutta la linea

Matteo Bassetti non ha fatto riferimento a colpe specifiche di qualcuno, ma si è limitato a sottolineare come ad oggi ci sia, a suo avviso, da rilevare «risultati pessimi su tutta la linea».

«Noi - ha chiosato - stiamo pagando ricoveri in ospedale e aumento dei contagi evidentemente legati a non aver fatto una campagna vaccinale adeguata. Io mi aspettavo che in questi primi due mesi si corresse a più non posso coi vaccini. Ma non solo quelli che avevamo. Che si facesse di tutto per averne degli altri. Non si è fatto nulla».