Covid-19: come procedono le campagne vaccinali nel mondo?

Molti Paesi del mondo sono alle prese con le campagne vaccinali contro il Coronavirus, ma come stanno procedendo nelle diverse nazioni?

Le campagne vaccinali stanno procedendo in tutti i principali Paesi del mondo. Scopriamo come stanno avanzando e quli sono le peculiarità che contraddistinguono i programmi di vaccinazione delle varie nazioni.

Campagna vaccinale negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti si è iniziato a vaccinare dall’inizio del 2021 i sanitari, la polizia, i pompieri e tutti coloro che lavorano a stretto contatto con le persone. A partire da metà gennaio poi si è iniziato a vaccinare gli over 65 e da metà febbraio si è iniziato con donne incinta e chi ha problemi di salute gravi o cronici. Attualmente solo il 12,55% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino e solo il 5,09% ne ha ricevute due.

Campagna vaccinale in Israele

In Israele la campagna vaccinale contro il Covid prosegue a ritmi spediti, infatti è già stato coperto il 49,11% della popolazione con la prima dose e il 33,29% della popolazione ha ricevuto entrambe le dosi. A portare avanti le operazioni sono quattro mutue assistenziali che ricevono sovvenzioni statali e che contattano personalmente gli israeliani per farli vaccinare. Il Governo ha proposto degli incentivi infatti da ieri hanno aperto cinema e teatri ma vi possono accedere solo coloro che avranno il patentino vaccinale (Qui la curiosa iniziativa per incentivare a vaccinarsi a Tel Aviv).

Campagna vaccinale nel Regno Unito

Nel Regno Unito i cittadini vengono chiamati direttamente dal Servizio Sanitario Nazionale per lettera o per sms, di conseguenza non c’è la necessità di prenotarsi per accedere alla propria dose di siero anti-Covid. La vaccinazione dura circa 10 minuti e viene eseguita sia nelle farmacie che negli ambulatori medici, ma avvengono anche in centri congressi, moschee, chiese, impianti sportivi e cinema. Si tratta di un grande impegno dal punto di vista logistico, infatti la Gran Bretagna ha vaccinato 15 milioni di persone in soli 69 giorni.

Campagna vaccinale in Francia

La Francia ha vaccinato 3,5 milioni di cittadini (di questi 2,48 milioni hanno ricevuto una dose e 1,04 milioni hanno ricevuto due dosi). Gli appuntamenti si prendono esclusivamente tramite applicazioni online, ma ci sono polemiche a riguardo in quanto le persone anziane hanno dei problemi a farlo. La volontà di Macron è quella di vaccinare entro la fine dell’estate tutti gli adulti.

Campagna vaccinale in Germania

In Germania sono stati vaccinati 4,3 milioni di persone di cui 3,09 milioni hanno però ricevuto solo la prima dose di vaccino contro il Coronavirus. La campagna vaccinale non procede quindi in maniera rapida come ci si aspettava in quanto nei primi mesi del 2021 sono state poche le dosi a disposizione del Paese. Sono i Lander a chiamare i cittadini per la vaccinazione e lo fanno avvalendosi dei presidi sanitari locali. La Merkel ha promesso che tutti potranno essere vaccinati entro la fine dell’estate.

Campagna vaccinale in Cina

In Cina sono state somministrate 40 milioni di dosi di vaccino, una quantità sufficiente a coprire solo il 2,89% della popolazione. Nonostante siano stati sviluppati quattro vaccini contro il Covid in tempi molto rapidi, nel Paese infatti la vaccinazione non avanza spedita anche perchè buona parte di quelli prodotti sono state spedite all’estero. Sono infatti 46 milioni le dosi esportate in Asia, Brasile, Serbia, Ungheria e in alcuni Paesi dell’Africa.

Leggi anche: Covid: il G7 stanzierà 7,5 miliardi di dollari per garantire il vaccino alle nazioni povere