Autore: Davide Scorsese

Stati Uniti - Omicidio

Uccisa a colpi di fucile: a causa dei bisogni del cane

Aveva 21 anni ed è stata uccisa a fucilate, dopo una lite per i bisogni del cane.

E’ sintomatico della follia umana, quel che è accaduto ad Isabella Thallas, ragazza di 21 anni uccisa a colpi di fucile perché portava il cane a fare i bisogni, col proprio ragazzo.

Uccisa a fucilate, per la cacca del cane

E’ accaduto a Denver in queste ore, in USA, dove Isabella stava passeggiando con il suo fidanzato, di 26 anni e stava portando a spasso il suo cane. La lite è partita dalle lamentele di un vicino, il 36enne Michael Close che accusava, sbraitando dalla finestra, la coppia di educare il cane e non fargli fare i bisogni nei pressi del suo giardino. Inizialmente i due fidanzati lo hanno ignorato, ma poi i toni si sono alzati e sono partite le offese. E’ stato lo spunto per la tragedia.

Sei colpi di fucile per Isabella

L’uomo sbroccato totalmente è rientrato in casa ed ha imbracciato un fucile iniziando a sparare sui due malcapitati. Il ragazzo, rimasto ferito, è riuscito a scappare e a chiamare la polizia, mentre la ventunenne Isabella è stata freddata con ben 6 colpi di fucile, dall’uomo impazzito dal suo pianerottolo. Insomma, in tempi di reclusione e distanziamento sociale tornano i casi di alienazione e di follia umana, quei casi di cronaca nera da cui forse ci stavamo disabituando, allarmati troppo dalla paura del virus e dimenticandoci di chi siamo e chi abbiamo intorno.