Autore: B.A

6
Feb

Torino, tre sorelle si impiccano insieme: ecco i perché del folle gesto

Impiccate tutte e tre le sorelle che avevano perduto tutto, forse a causa di due avvocati a cui si erano affidate.

Tre sorelle si impiccano insieme perché probabilmente vittime di una truffa loro comminata da due zelanti avvocati. Questa la prima indiscrezione che proviene da Torino, più precisamente da Carmagnola, in Provincia del Capoluogo piemontese. Tre sorelle si sono tolte la vita contemporaneamente prese dallo sconforto per le loro vicissitudini o per chissà quale altro motivo. Un gesto che era stato già tentato anni fa ma che era stato sventato dalle Forze dell’Ordine. la depressione e lo sconforto per qualcosa che non andava nella loro vita però, probabilmente non era passato e le tre hanno ripetuto il folle gesto, stavolta riuscendo nel loro intento di togliersi la vita.

Il motivo del folle gesto

Come dicevamo, le tre donne avevano provato a togliersi la vita una prima volta 5 anni fa. Era il mese di luglio del 2015, e le tre sorelle suicida si trovavano in Valle d’Aosta. All’epoca, le Forze dell’ordine riuscirono a sventare il tentativo di suicidio plurimo. Una delle tre si stava per intossicare a bordo della sua auto con l’abitacolo debitamente collegato al tubo di scarico. Le altre due invece sono state fermate appena in tempo, prima di gettarsi da un parapetto. Il motivo del folle gesto di allora, probabilmente anche quello che le ha portate alla morte, era una ipotetica truffa che le tre avrebbero subito da parte di due avvocati. In altri termini, stando a quello che si apprende, le due erano cadute nello sconforto più totale dopo che per colpa dei due avvocati e presunti truffatori, avevano perduto tutto ciò che avevano, finendo in miseria.

Una scena raccapricciante quella che hanno visto i vicini di casa delle 3 donne

Come ha spiegato il quotidiano torinese «La Stampa», le tre sorelle non erano state in grado di superare lo sconforto a tal punto da aver riprovato il gesto, stavolta riuscendo a togliersi la vita. Le tre donne avevano 54, 67 e 68 anni di età. Stamattina, la scena che è balzata agli occhi dei vicini di casa delle donne, è stata raccapricciante. Infatti sono stati proprio gli inquilini della palazzina dove vivevano le tre a dare l’allarme ai Carabinieri dopo aver visto una delle donne, impiccata al quarto piano della palazzina. Immediatamente arrivati sul posto, i Carabinieri hanno fatto irruzione nella casa, trovando il classico biglietto di un suicida, con spiegato dentro il motivo del folle gesto. Pare che nel biglietto, la donna aveva sottolineato come il suo suicidio era riconducibile alla scena che lei stessa aveva visto in un casolare di famiglia, sempre a Carmagnola. La donna aveva trovato i corpi senza vita, anche essi impiccati, delle due sorelle ed aveva deciso di fare lo stesso. Sempre i Carabinieri, per confermare l’accaduto, sono andati nel casolare di cui parlava la suicida, trovando le altre due sorelle appese.