Stop stato di emergenza dal 31 luglio: l’ipotesi si fa più concreta

Lo stato di emergenza sanitaria potrebbe terminare entro luglio, in base alle anticipazioni del Ministro Gelmini. Ma si attendono conferme ufficiali.

Il governo Conte bis lo dichiarò il 31 gennaio 2020 per affrontare l’arrivo del coronavirus in Italia, ora lo stato di emergenza che ci ha accompagnato per molti mesi, potrebbe presto cessare.

Concretamente, lo stato di emergenza consiste in quello strumento giuridico che le istituzioni italiane hanno sfruttato per gestire la pandemia. In linea generale, esso consente di attivare poteri straordinari in deroga alle leggi. Nella storia del paese, è stato dichiarato moltissime volte, ma sempre per un lasso di tempo e un territorio limitati. Le circostanze straordinarie della pandemia e del lockdown che ne è conseguito per ragioni di tutela del diritto alla salute, ne hanno provocato la ripetuta proroga fino ad adesso.

Le ultime notizie ci dicono però che la luce in fondo al tunnel potrebbe essere vicina. Probabilmente dal 31 luglio vi sarà lo stop allo stato di emergenza. Vediamo un po’ più nel dettaglio.

Stop allo stato di emergenza probabile: le parole del Ministro Maria Stella Gelmini

Interpellata dal Corsera, è stata il Ministro per gli Affari Regionali ad aver fornito le prime anticipazioni su questa importante novità. Per l’esponente di Forza Italia, ora nella squadra di Governo, pare che sia possibile lo stop a partire da fine luglio. Questo sarebbe l’orientamento dell’Esecutivo guidato da Mario Draghi.

A rafforzare l’ipotesi della fine dello stato di emergenza a luglio, i dati sulla diffusione della pandemia nelle penisola e il buon andamento della campagna di vaccinazione.

Come spiegato agli organi di informazione proprio da Mariastella Gelmini, sarebbe "vicino il momento di superare lo stato di emergenza: se saremo bravi alla scadenza, che attualmente è prevista il 31 luglio, non ci sarà bisogno di prorogarlo. E sarà un bel segnale di ritorno alla normalità".

Il problema dell’emergenza economica rimane per ora sul tavolo del Governo

Il tema dell’emergenza sanitaria si lega a quello dell’emergenza economica, in modo inevitabile. Ecco perchè la Gelmini ha aggiunto che se finirà l’emergenza sanitaria, non sarà invece ancora al termine l’emergenza economica. L’esponente di Forza Italia ora al Governo auspica dunque che l’Esecutivo Draghi porti l’Italia fuori anche da quest’altra situazione critica.

E se l’OCSE alza le stime del PIL dell’Italia per il 2021 (+4,5%) e per il 2022 (+4,4%), è evidente che ancora molto va fatto per uscire dal tunnel della crisi economica da pandemia. Concludendo, restiamo dunque in attesa della conferma ufficiale dello stop allo stato di emergenza dal 31 luglio; mentre per quanto riguarda l’emergenza economica, il Governo dovrà sostenere - nei prossimi mesi - difficili prove costituite dalle riforme strutturali, per ottenere le risorse di cui al programma Next Generation Eu.