Autore: Antonio Murante

Coronavirus

22
Giu

Stabilimenti balneari 2020 le nuove norme da seguire, cosa fare e cosa non fare

Le nuove regole da seguire per coloro che si recheranno in spiaggia.
Cosa fare e cosa non fare negli stabilimenti balneari, spiagge attrezzate e nelle spiagge libere.

Con la riapertura delle spiagge del 29 Maggio, il Governo ha previsto norme ben precise per tutti coloro che questa estate si recheranno in spiaggia.

Riapertura spiagge

Sia stabilimenti balneari che spiagge attrezzate hanno dei protocolli ben precisi da seguire onde evitare assembramenti contagi dirette con le persone.

Anche coloro che si recheranno nelle spiagge libere avranno delle norme e dei comportamenti da seguire sempre per la tutela e la salute di ogni singolo cittadino.

Partiamo innanzi tutto con le disposizioni da seguire nei vari stabilimenti balneari della regione Lazio.

Le linee guida firmate dal governatore Zingaretti impongono un distanziamento di almeno 10 mq tra gli ombrelloni indipendentemente dalla disposizione e dalla modalità territoriale della spiaggia e di almeno 1,5 mt tra i vari lettini oltre al divieto assoluto di assembramenti di qualsiasi natura.

L’uso della mascherina non avrà alcun obbligo se non quello della propria responsabilità, quindi si da un allentamento dell’uso della mascherina in spiaggia.

Le linee guida introdotte per stabilimenti, spiagge attrezzate sono le seguenti:

  • Predisporre all’ingresso e sull’arenile tabelle di informazione sulle misure da adottare
    anche per clienti di nazionalità straniera.
  • Accompagnamento al posto assegnato di ombrellone da parte di un responsabile con
    l’informazione delle misure da rispettare
  • Prodotti igienizzanti per clienti e personali in più punti
  • Elenco presenze da parte della struttura per un periodo di 30 gg
  • Rilevamento della temperatura corporea sia da parte dei clienti che per gestori e
    per il personale.
  • Evitare assembramenti e mantenimento delle distanze di almeno 1 mt. tra gli utenti
    negli spazi riservati all’entrata e all’uscita dello stabilimento.
  • Distanziamento tra gli ombrelloni di almeno 10 mq indipendentemente dalla
    disposizione e dalla modalità territoriale della spiaggia
  • Distanza di almeno 1,5 mt tra i vari lettini
  • Divieto di utilizzo di lettini e sdraio senza telo di copertura
  • Regolare pulizia e disinfestazione dei luoghi comuni compresi servizi igienici, docce etc etc
  • Regolare disinfestazione dei lettini e delle sdraio ad ogni cambio di persona o nucleo familiare.

Le linee guida per le spiagge libere invece sono:

  • Vietate le attività di gruppo a scopo ludico o qualsiasi condotta a formare assembramenti.
  • Informazione e responsabilizzazione individuale con supporto di un addetto di sorveglianza per il posizionamento degli ombrelloni e sdraio.
  • Disposizione di tavoli e sedute (qualora siano presenti) di almeno 1,5 mt
  • Indicazioni di entrata e di uscita per organizzare il flusso di bagnanti.
  • Vietate tutte le consumazione a buffet in presenza di chioschi o bar
  • Uso di mascherina e guanti per gli addetti al bar mentre ai clienti l’uso della mascherina è obbligatorio dal momento di non consumo.
  • Disinfezione di tutti i tavoli ad ogni cambio cliente preferendo l’uso di tovaglie e tovaglioli monouso.